Serie B: Festa della birra tra tifoserie di Avellino e di Varese

Serie B: Festa della birra tra tifoserie di Avellino e di Varese

Da una pagina nera, ne può nascere una bella, positiva per il calcio. E’ il caso di Varese-Avellino. Parola del direttore generale della società lombarda Giuseppe D’Aniello. Il rifermento è agli atti vandalici dell’Ossola che hanno costretto al rinvio di un giorno del match della 36^ giornata della Serie B con conseguente disagio da parte di quei 350 sostenitori che si sono sobbarcati un viaggio da Avellino a Varese. Cinquanta di loro hanno deciso di tornare a casa, per loro, grazie all’accordo fra la Lega e le due società, è previsto il rimborso del biglietto. Ma sono gli altri 300 che sono stati accolti dalla tifoseria locale con cui è nata una vera e propria amicizia sancita da una festa organizzata ieri sera nella città lombarda. Una vera e propria festa della birra che ha cementato un’amicizia fra le due tifoserie e che ha fatto il paio con l’attivismo di Croce rossa e Comune che con generi di conforto hanno cercato di ridurre il più possibile i problemi del pernottamento per i tifosi irpini. Un’accoglienza proseguita oggi sugli spalti dell’Ossola. Senza dimenticare lo sforzo dei padroni di casa nel ripristinare il terreno dell’Ossola in tempi record e la solidarietà dell’Avellino che non ha proposto alcun reclamo. Felice anche il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi: “Questo è il calcio che vogliamo. Complimenti alle due società e ai loro tifosi”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy