Serie B, la Top 11 della sedicesima giornata

Serie B, la Top 11 della sedicesima giornata

16^ giornata in Serie B. Il Como rallenta la marcia casalinga del Cagliari, il Crotone vola in vetta. Vincono e convincono Bari e Novara, si ferma il Cesena, pareggiano Pescara e Brescia. Buon punto della Salernitana a Vicenza mentre l’Avellino cade anche a Trapani.

Ecco il top team di giornata: 4-4-2 affidato  Ivan Juric, tecnico del Crotone.

Chichizola ( Spezia): Fortuna (3 legni del Pescara) ma anche bravura. Attorno a lui Di Carlo rianima lo Spezia e interrompe la brutta striscia di sconfitte.

Sabelli (Bari): Pendolino imprendibile, suggella la sua gara con 2 assist decisivi per i compagni. Giù la maschera: è ormai pronto per il salto in Serie A.

Pellizzer (Entella): Annulla l’attacco del Brescia con attenzione e decisione. Ripescato dalla Lega Pro, avrebbe fatto comodo a tante difese della B.

Bernardini (Salernitana): Il suo rientro dà maggiore tranquillità alla difesa granata. Torrente respira e porta a casa un punto prezioso dalla trasferta di Vicenza.

Martella (Crotone): Su e giù per la fascia senza soste. Una furia che martella gli avversari. Suo l’assist per il raddoppio calabrese segnato da Balasa.

Valiani (Bari): Corsa, intensità, senso dell’inserimento. Apre il match con l’Ascoli con un bel piatto destro. Quarto centro stagionale, sempre più decisivo.

Palumbo (Ternana): Trova il jolly del sabato con una bella sventola dalla distanza. Gol pesantissimo che regala lo scontro salvezza alla sua Ternana.

Viola (Novara): Da quando gira lui, gira tutto il Novara. Entra con il suo piede fatato nei 4 gol piemontesi. Era svincolato in estate, sarebbe servito a tanti allenatori del campionato.

Schiattarella (Latina): Con Calderoni è l’incubo del lato destro difensivo del Livorno. Trova anche il gol con una bella girata. Somma riparte, Mutti resta al palo.

Ganz (Como): Gol di rapina (degno di papà Maurizio), palo, altre occasioni. Lui cresce sempre più, Festa muove la classifica con lo scherzetto ai danni del suo Cagliari.

Budimir (Crotone): Sale in cielo per il gol del vantaggio, poi offre il solito aiuto ai compagni. Bel giocatore, Lazio e Palermo hanno i taccuini pieni di informazioni.

All. Juric (Crotone): L’impresa sfiorata a San Siro, il nuovo primato solitario. Nascondersi non è più possibile: si lotta per salire sul treno della Serie A.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy