Serie B – La top 11 della ventiduesima giornata

Serie B – La top 11 della ventiduesima giornata

22^ giornata in serie B. Il Crotone vince il big match con il Cagliari e si riprende la vetta. Al terzo posto irrompe il Pescara che scavalca il Novara stoppato a Latina. Bene (tra mille polemiche) il Brescia, esordio con pareggio per il nuovo Bari di Camplone. L’Avellino vince il derby, mette la sesta (vittoria consecutiva) e si stabilizza in zona playoff.
Ecco il top team di giornata: 4-3-3 affidato a Ivan Juric, tecnico del Crotone.

Scuffet (Como): La risalita continua. Drole’ e Zapata ci provano ma trovano la saracinesca abbassata. Quando le vittorie si costruiscono dalle fondamenta.

Iacoponi (Entella): L’Entella affossa l’Ascoli in pochi minuti. Lui mette il timbro con un preciso inserimento su calcio d’angolo. Aglietti ritrova la retta via dopo qualche passaggio a vuoto.

Brighenti (Vicenza): Rientra dopo 4 mesi e fa subito sentire la sua presenza. Una freccia in più nell’arco di Marino per la rinascita dei biancorossi. Bentornato!

Meccariello (Ternana): Conferma il suo ottimo momento di forma con un’altra prova priva di sbavature. Prospetto interessantissimo, uno di quelli da prendere al volo.

Martella (Crotone): Secondo gol consecutivo, ancor più pesante di quello all’Entella. È ripartito da dove si era fermato. Vada come vada, lui l’anno prossimo sarà sicuramente in Serie A.

Di Francesco (Lanciano): Zuccata vincente sul preciso invito di Di Matteo. La nebbia comincia a diradarsi. Con i giusti innesti, il Lanciano può ancora dire la sua nella concitata lotta salvezza.

Olivera (Latina): Con la sua regia impeccabile guida i nerazzurri alla vittoria. Dopo una settimana fitta di misteri e polemiche, Somma rialza la testa e mette da parte la crisi.

D’Angelo (Avellino): L’aria del derby esalta il capitano biancoverde. Annulla l’ex compagno Zito, rincorre tutto e tutti, sfiora il gol nel finale. Una partita a 360 gradi: da vero lupo.

Ganz (Como): Come papà Maurizio: segna sempre lui. Sfrutta al meglio il cross di Jakimovski e regala altri 3 punti a Festa. C’è ancora speranza in riva al lago.

Raicevic (Vicenza): Entra e ribalta il Modena con due zampate da killer dell’area di rigore. Il Menti esulta, Marino ritrova la vittoria dopo 8 turni di attesa.

Trotta (Avellino): Decide il derby e si congeda nel migliore dei modi dal pubblico biancoverde. Professionista serio, merita di giocarsi le sue carte nel palcoscenico più prestigioso.

All. Juric (Crotone): 0-4 a Cagliari, 3-1 a Crotone. In un girone ha trasformato la sua creatura in un magnifico cigno. Il sogno, all’insegna di bel gioco e divertimento, può continuare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy