Serie B – La Top 11 dell’undicesima giornata: Avellino grande protagonista

Serie B – La Top 11 dell’undicesima giornata: Avellino grande protagonista

11° giornata in Serie B. Crotone ko, Cagliari e Cesena azionano la freccia del sorpasso e tornano in vetta. Bene Pescara e Livorno, pareggi per Bari e Salernitana. L’Avellino passa d’autorità a Terni e rivede zone più tranquille della classifica. Ribaltoni in panchina: si cambia ad Ascoli, Latina e Como.

Ecco i migliori di giornata: 4-3-3 affidato ad Attilio Tesser.

Di Gennaro (Latina): Para tutto il possibile, forse anche l’impossibile. Piegandosi soltanto nel finale sul rigore decisivo di Andrea Caracciolo.

Perico (Cesena): Inserimento perfetto sul traversone di Renzetti, colpo di testa e gol. Il Cesena vola in vetta e si conferma imbattibile in casa.

Pellizzer (Entella): Con Iacobucci e Ceccarelli chiude la saracinesca anche a La Spezia. 553 minuti di imbattibilità: fare gol all’Entella sta diventando un’impresa.

Troest (Novara): Mette la museruola ai pericolosi attaccanti del Bari ed offre la sponda per il gol del vantaggio piemontese di Faragò.

Rubin (Modena): Apre la sfida con il Como con un bel sinistro dalla distanza. Peccato che poi Provedel rovini tutto con una bella frittata.

Mazzitelli (Brescia): Rientra e si riprende subito la mediana di Boscaglia. Solo il palo gli nega la meritata gioia di un gol.

Memushaj (Pescara): Geometrie e senso della posizione. Con la freddezza dal dischetto che non guasta mai. Elemento di categoria superiore.

Arini (Avellino): Tra Bastien e Insigne stavolta il trequartista è lui. Mokulu e Trotta ringraziano e l’Avellino ritrova la luce anche in trasferta.

Lapadula (Pescara): Caprari ispira, lui finalizza alla perfezione. Uno-due micidiale e trono dei gol conquistato. Meglio di così difficile fare.

Trotta (Avellino): Entra e chiude i giochi con una doppietta d’autore. La panchina lo ha ricaricato, sia fisicamente che mentalmente.

Jelenic (Livorno): Gol e assist per Vantaggiato. Come un ciclone si abbatte sul Trapani e su Cosmi si addensano nubi nerissime.

All. Tesser (Avellino): Espugna la “sua” Terni con una gara perfetta. Il suo Avellino, meno bello ma più pratico, finalmente convince. E risale la classifica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy