Serie B – Stallo tra Consiglio Federale e Lega B, Gravina: “Decisione nelle mani del CONI”

Serie B – Stallo tra Consiglio Federale e Lega B, Gravina: “Decisione nelle mani del CONI”

di Redazione Sport Avellino

Con un nulla di fatto si conclude il Consiglio Federale della FIGC, nessuna intesa tra federazione e Lega B è stata trovata per il Caso Palermo e la gestione dei plyoff e playout. Adesso dovrà intervenire il Collegio di Garanzia del Coni con un proprio parere nel merito della vicenda. Intanto si attende questo pomeriggio la decisione della Corte Federale d’Appello, interrogata ad esaminare il ricorso del Palermo avverso la decisione pronunciata in prima istanza.

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, commenta cosi la riunione appena terminata: “Non siamo riusciti a trovare un’intesa. La Lega B ritiene che ci siano tre retrocesse: Foggia, Padova e Carpi. A queste si aggiunge il Palermo. Noi pensiamo invece ci debba essere uno scorrimento della classifica, con play out tra Salernitana e Foggia. Rimettiamo la decisione nelle mani del Collegio di Garanzia, successivamente valuteremo la risposta dei giudici e prenderemo atto. C’è un articolo che parla chiaro e ci permette di avvalerci di un terzo grado di giudizio”.

Dura presa di posizione anche da parte di Francesco Ghirelli, presidente della Serie C: “La decisione della serie B sui playout doveva essere presa solo dopo che la giustizia endofederale aveva terminato il suo iter. Così si è sempre agitoNon si capisce perché non si sia coinvolta la governance FIGC nella decisione ed ancora una volta si rischia di assestare un colpo simile a quello del passato agosto al calcio italiano. C’è voluta la capacità di riforma di questi mesi per recuperare credibilità, ed ora si rischia di nuovo. Occorre rispettare gli interessi generali e non quelli di parte o dei singoli club. Si tenga in considerazione la “sofferenza” di città e di club e si aspetti. Ho rimarcato in Consiglio Federale come, purtroppo, ci sia un conflitto di interesse da parte del presidente Lotito, due Leghe, due club e questo ogni volta pone problemi. Parlo di un presidente che stimo per come governa la Lazio e a cui ho fatto i complimenti per la vittoria in Coppa Italia. L’anno scorso, giustamente, Lo Monaco non parlò in Consiglio Federale essendo lui l’amministratore delegato del Catania. Ora come ha proposto il presidente Gravina, si aspetti il parere del Collegio di Garanzia del CONI per poi decidere se procedere con i playout”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy