Serie B – La top 11 della 21° giornata

Serie B – La top 11 della 21° giornata

21^ giornata in Serie B. Fuga per due. Il girone d’andata incorona Cagliari (campione d’inverno) e Crotone. Le due battistrada vincono e allungano decise sulla concorrenza. Ko Novara e Bari, rallenta il Brescia, vince ancora il Pescara. L’Avellino sbanca Cesena ed entra in zona playoff con il quinto successo consecutivo, la Salernitana cade nel recupero a Como e comincia a vedere le streghe.
Ecco il top team di giornata: 4-2-3-1 affidato ad Hernan Crespo, tecnico del Modena.
Minelli (Brescia): L’espulsione esagerata di Geijo rovina i piani del Brescia. Lui abbassa la saracinesca (3 interventi decisivi) e fa comunque sorridere Boscaglia.
Fazio (Trapani): Stacco di testa indisturbato e palla in buca. Il suo 1^ gol stagionale accende il sorriso di Serse Cosmi e costa la panchina del Bari a Nicola.
Meccariello (Ternana): Gigantesco in difesa, pericoloso in fase offensiva. Tesser lo conosce bene, l’Avellino lo segue con grande interesse. Per i lupi sarebbe un buon investimento.
Casasola (Como): Il giovane argentino (classe 1995) guida sicuro il reparto difensivo dei lariani. Salernitana ribaltata: Festa tiene accesa la fiammella della speranza.
 Martella (Crotone): Il miglior esterno sinistro della B si conferma anche nell’ultima d’andata. Trovando anche il primo gol del suo fantastico campionato.
Memushaj (Pescara): Il suo inserimento perfetto regala il poker di successi consecutivi ad Oddo. Solido ed elegante, peccato solo per l’ingenua espulsione finale.
Jantko (Ascoli): Dal suo sinistro partono tutte le azioni pericolose dei suoi. Assiste Petagna ed Addae, sfiora il gol. Mangia concede il bis e aggiusta la classifica.
 Farias (Cagliari): Il suo piedino fatato entra in tutti i gol rossoblu’. Rastelli campione d’inverno: polizza sicura per il ritorno dei sardi nella massima serie.
 Marilungo (Lanciano): Glaciale dal dischetto, spettacolare con la rovesciata che chiude i conti. 4 punti in 2 gare: feste piene d’ossigeno per la truppa di D’Aversa.
Luppi (Modena): Manca Granoche? Ai botti ci pensa lui. Doppietta pesante (giù il cappello per la seconda rete), tacco magico nell’azione del gol di Stanco. Esagerato.
Castaldo (Avellino): Senza di lui: 16 punti in 15 gare. Con lui: 15 punti in 6. L’Avellino ha cambiato marcia, la sua leadership è davvero fuori categoria.
All. Crespo (Modena): Dopo il Bari si mangia anche il Novara. Manca continuità, ma quando è in giornata il Modena è un bel vedere. Con i rinforzi giusti, salvezza tranquilla.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy