Serve una “scossa” per non perdere il treno playoff

Serve una “scossa” per non perdere il treno playoff

Non ci siamo. Ieri sera è arrivata la settima sconfitta nelle ultime dieci gare, qualcosa da troppo tempo non va è sotto gli occhi tutti non si può negare l’evidenza. Quella di Crotone un’altra gara che ha visto l’Avellino soccombere sotto tutti e tre punti di vista; mentale, tattico e tecnico. Senza il buon Castaldo, il migliore Zito, la forma esplosiva di Ely, i biancoverdi non girano, sono molto limitati. E allora perché non portarli in ritiro per isolarli, per dare una “scossa” ai calciatori e staff tecnico, perchè no? Il mister parla di pressioni, i tifosi sono dalla parte della maglia, dopo Varese e nella gara con l’Entella si sono fatti sentire ma solo per incitare Pisacane e compagni e fischiarli per i risultati maturati sul campo. Onestamente tutte queste pressioni non si sono avvertite. Ieri in duecento a sfidare il vento e le solite avversità (entrati al 20esimo del primo tempo). Se l’Avellino, la società non vuole perdere il treno playoff, ci siamo per demeriti altrui non per meriti nostri ebbene che si sappia, non si può più sbagliare. La pochezza di questo campionato, livellato sempre di più verso il basso, domenica ci offre l’ennesima opportunità per giocarcela. Questa volta: SFRUTTIAMOLA!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy