Si punta da Arrighini del Pontedera, il vero sogno resta Matteo Ardemagni

Si punta da Arrighini del Pontedera, il vero sogno resta Matteo Ardemagni

Mercato intenso, fatto di contatti, intrecci e appuntamenti. L’Avellino vuole fare le cose con calma. L’allestimento della squadra piano piano, tassello su tassello sta prendendo forma. Dopo i primi due innesti, Bavena e Regoli. La società biancoverde è pronta a piazzare altri colpi. Con l’arrivo dell’esterno Paolo Regoli, il sodalizio biancoverde ha dato vita ad un nuovo asse tra Avellino e Pontedra. Difatti nel mirino dei lupi è finito un altro calciatore granata. Si tratta di Andrea Arrighini (’90) un centravanti. Attacco “spuntato” visto che l’unica alternativa in squadra è Castaldo, fresco di rinnovo contrattuale. I contatti con l’entourage del giocatore e del Pontedera. Nei prossimi giorni ci potrebbe essere la fumata bianca. Da valutare anche la comproprietà con la Reggina. Il bomber bresciano ha totalizzato uno score di trentuno presenze condite da quindici centri stagionali, ritagliandosi un ruolo da protagonista nella conquista dei play off da parte del Pontedera. Sul calciatore si sono mossi diversi club di B: Pescara, Carpi, Virtus Entella e Livrono. Il Patron Taccone non teme i rivali, forte del legame tra l’Avellino ed il Pontedera. In pentola bolle altro. Suggestiva l’idea che vede come protagonista Matteo Ardemagni (’87). Il calciatore milanese dopo una stagione al Carpi, dove ha collezionato sedici presenze e quattro gol è in procinto di tornare alla casa-base, l’Atalanta. Un sogno che fa gola al tecnico dell’Avellino Rastelli. Trattativa non del tutto impossibile. I legami tra la Dea e l’Avellino sono più che idilliaci. Prova confutabile è il passaggio in neroazzurro di Davide Zappacosta. Per l’esterno ciociaro il club orobico verserà nelle casse della società di piazza libertà una somma pari al milione e due di euro. Inizialmente voci di corridoio volevano vicino all’Avellino Moussa Kone (’90) centrocampista della Dea vicino ai biancoverdi, tutto relativo all’operazione Zappacosta. Idea tramontata, non del tutto però, visto che il calciatore ivoriano vuole giocarsi le sue carte nella massima serie, forse con la maglia degli orobici. Per la corsia esterna, punto debole dell’Avellino, è ancora la calda la pista che porta ad Antonio Zito (’86). L’estremo partenopeo in forza alla Ternana il prossimo trenta giugno andrà in scadenza. I biancoverdi sono pronti ad aggiudicarsi uno dei più forti esterni della categoria. Sia nell’estate scorsa che nel calciomercato invernale l’Avellino voleva strappare il calciatore alla Ternana, ma la volontà del Patron del “Fere” ha bloccato il passagio di Zito ad Avelino. In uscita l’Avellino sta valutando il dafarsi. In difesa Alessandro Fabbro viene corteggiato dal Benevento, ma lui smentisce categoricamente di aver sentito altre squadre la sua priorità resta l’Avellino. Per il “The Wall” biancoverde c’è ancora un stagione di contratto, si valuterà se prolungare il legame oppure cederlo. Richiesta dalla LegaPro per Maurizio Peccarisi, il colosso ex Ascoli vede il suo futuro lontando da Avellino. La prossima settimana, invece, sarà decisiva per le comproprietà. Zappacosta, come spiegato prima, è prossimo al ritorno a Bergamo. Armando Izzo in procinto di tornarne al Napoli. Lo “scugnizzo” di Scampia non rientrà nei piani del tecnico spagnolo Benitèz, quindi verrà dirottato in un club di A o B. Luca Bittante probabile che torni alla Fiorentina, come si è augurato il suo agente. Dopo una stagione sottotono l’esterno toscano è pronto a giocarsi le sue carte con Montella. Risolta invece la comproprietà di Andrea De Vito, riscattato del tutto dall’Avellino dal Cittadella Difficile vederlo come tassello per la prossima stagione verrà ceduto in prestito altrove. Da sciogliere anche il nodo che lega Michel Panatti rientrante dal Como, la Fiorentina monitora la situazione. Rientra dal prestito, al Rimini, il panamarense Eric Herrera, pronto a giocarsi il jolly per la permanenza ad Avellino. La società è pronta a regalare al tecnico una rosa pronta e combattiva per la prossima stagione. L’obiettivo principale sarà quello inaugurato in questa stagione, continuare a sorprendre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy