Spettatori serie B, vediamo come si piazza l’Avellino

Spettatori serie B, vediamo come si piazza l’Avellino

Gruppo, società, programmazione, voglia di vincere. Componenti imprescindibili se si vuole disputare un campionato esaltante come quello dell’Avellino targato 2013/2014. C’è un  elemento,  però, comune a poche compagini. Stiamo parlando, manco a dirlo, del calore ineguagliabile del Partenio-Lombardi, il mitico catino biancoverde. Quest’anno, tra le mura amiche, i lupi hanno realizzato 26 punti su 37 totali frutto di 8 vittorie, 2 pareggi ed 1 sola sconfitta, numeri sbalorditivi per un torneo storicamente equilibrato come quello cadetto, contraddistinto da squadre corsare ed imprevedibili.   image          Sul fronte media spettatori, come mostra lo studio del sito “stadiapostcards” dopo Cesena, Palermo e Pescara, staccata di pochissimo, c’è l’Avellino con 8,364 tifosi a partita (in netto aumento rispetto lo scorso campionato). Il numero maggiore di presenze in un singolo incontro si è registrato in occasione della sfida con il Palermo, nell’ultima gara interna con il Padova e nel derby con la Juve Stabia (10.000 spettatori). I tagliandi della Curva Sud, storico covo degli ultras avellinesi, sono terminati in quasi tutti i confronti casalinghi. Per il futuro le presenze, complice la campagna abbonamenti del girone di ritorno lanciata dalla società, sono destinate ad aumentare ulteriormente. A marzo, inoltre, dovrebbero riprendere i lavori di messa in sicurezza del settore curva nord e la capienza, tristemente ferma a 10,215 unità, dovrebbe schizzare a 16,500. L’emorragia di tifosi in Italia sembra non avere fine. La fede per l’Avellino si dimostra ancora una volta più forte delle limitazioni e delle dirette Tv. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy