Tesser: “Cesena squadra costruita per la A. Con la giusta intensità ce la giocheremo”

Tesser: “Cesena squadra costruita per la A. Con la giusta intensità ce la giocheremo”

L’Avellino non si quasi mai fermato nonostante la festività del Natale e dopo l’allenamento di Santo Stefano a porte chiuse al Partenio-Lombardi è pronto a partire alla volta di Cesena. Alla vigilia del match al Dino Manuzzi, mister Tesser analizza l’incontro alle porte e il momento positivo dell’Avellino: “Consapevoli di dover fare una partita importante sul campo di una delle squadre più forti del campionato, una squadra costruita per risalire subito in serie A e dunque ci dovrà essere il massimo dell’attenzione e della cattiveria agonistica da mettere in campo”.

Il Cesena tra le mura amiche sembra una corazzata e Tesser chiarisce che: “Hanno un organico importante ma conta quello che siamo capaci di fare noi: una squadra vera, con la giusta intensità, compatta e con la rabbia di fare bene e più dell’avversario potrà dire la sua. Senza nessuna presunzione se metteremo in campo tutto questo possiamo giocarcela ad armi pari. Siamo consapevoli che sarà difficile ma nulla ci è precluso”.

Anche questa settimana il tecnico biancoverde ha dovuto far fronte a diversi infortuni: “Se l’emergenza di qualche giornata fa era nella parte centrale della difesa ora i problemi sono sui laterali: fermi Nitriansky, Nica, Visconti e D’Angelo. Abbiamo provato qualcosa per fronteggiare l’emergenza, queste assenze forzate alla ripresa degli allenamenti sono sicuramente una brutta sorpresa che cercheremo di fronteggiare al meglio. Probabilmente impiegheremo Bastien a centrocampo con Insigne da raccordo con gli attaccanti. Molto dovrò deciderlo dal ruolo di Jidayi se ricoprirà ancora quello difensivo che sta svolgendo in modo eccellente oppure fare parte della linea mediana del campo”.

Una striscia positiva di quattro vittorie e un periodo magico per l’Avellino che dopo Cesena si fermerà per la sosta invernale. Tesser sottoline su questo aspetto che: “Ad oggi posso affermare che stiamo molto bene anche dal punto di vista del morale e quindi la sosta sicuramente non va a nostro favore. Non dobbiamo sicuramente sentirci appagati ma continuare su quello di buono che stiamo facendo. Dobbiamo sempre dare il massimo e l’importante è credere in noi stessi solo in questo modo alla lunga potremmo parlare di un bilancio positivo”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy