Tesser e i suoi assi… nella manica

Tesser e i suoi assi… nella manica

Un nuovo Avellino sembra essere stato finalmente plasmato da Attilio Tesser. Il tecnico di Montebelluna è uomo navigato e dopo le disastrose prestazioni in fase difensiva di questo inizio di stagione, ha lavorato costantemente per dare alla squadra maggiore protezione al reparto arretrato. Non c’è stata settimana che la squadra abbia lavorato su questo aspetto, i gol presi erano un fardello troppo pesante per schiodarsi dagli ultimi posti in classifica. Tesser ha allora calato i propri assi creando un sistema a centrocampo che offre grande compattezza alla squadra e un gioco difensivo e di ripartenza che nelle ultime partite ha dato ottimi frutti. Se Arini e Gavazzi erano certezze, l’inserimento di Jidayi, oggetto misterioso a inizio stagione, ha creato un pacchetto centrale che offre grandi garanzie. L’ex Juve-Stabia gode di un’ottima condizione atletica e permette ai compagni di reparto di inserirsi nelle azioni offensive con maggiore frequenza.

Un trio che offre il giusto filtro ma anche rapido nelle ripartenze, con Gavazzi diventato quasi insostituibile nel dare spunti e imprevedibilità alla manovra. Se Arini sin dall’inizio della stagione ha dato il suo contributo al massimo, ora sembra andare difficilmente sotto affanno grazie ai meccanismi correttivi di Tesser. Tutta la squadra si muove in modo più rodato con grande sacrificio ma il cuore del campo è nodo fondamentale per ogni squadra e Tesser ha calato i suoi assi, il futuro chiarirà se ha fatto la giusta mossa per vincere la partita. Al momento tutti gli indizi sono a suo favore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy