Tesser si presenta: “Onorato di essere qui. Daremo il massimo”

Tesser si presenta: “Onorato di essere qui. Daremo il massimo”

E’ il giorno della presentazione ufficiale del nuovo tecnico dell’Avellino Attilio Tesser. “Ho accettato Avellino perchè è una grandissima piazza. Non è una retorica ma bensì un dato di fatto. Questa è una solida realtà della Serie B. Ero a Bologna, durante i playoff, ed ho visto la squadra ma soprattutto il calore dei tifosi. Ogni qualvolta sono venuto qui a giocare ho visto il calore e amore per la squadra. La mia promessa è lavoro e serietà. Allo stesso tempo, però, anche massima serietà. Bisognerà indossare maglietta addosso e lavorare con il cuore”. Nella sua nuova avventura ad Avellino, Tesser, riabbraccia un suo vecchio pupillo di Terni: Antonio Zito. “Con lui ho un grande rapporto. Sono stato a disegnare il suo ruolo, da interno sinistro. Sono contento di rivederlo. Viola? E’ un ottimo calciatore del quale non ho fatto il nome alla società. Al momento, però, ora è prematuro parlare di mercato”. Modulo. “Ogni tecnico ha un ruolo prefissato. Negli ultimi anni ho sempre praticato il 4-3-1-2 con l’alternativa del 3-5-2. Sono dell’idea che si debba praticare un calcio dinamico”. Ritiro. “La meta prefissata dalla società, Sturno, resterà confermata. Ci ritroveremo ad Avellino il 12 luglio. Il 13 e il 14 lavoreremo qui e dal 15 daremo il via al ritiro effettivo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy