Togni-Avellino: non c’è accordo sulla buonuscita

Togni-Avellino: non c’è accordo sulla buonuscita

Si rischia l’ennesima stagione da separati in casa. Per Togni e l’Avellino è un matrimonio nato male. La contestazione di sabato, la rabbia del brasiliano, l’infortunio. Ora, più che mai, i rapporti si sono incrinati. Il centrocampista potrebbe rescindere ma a quando parte non c’è l’accordo sulla buonuscita tra le parti. L’Avellino spingerebbe per la rescissione a zero, il calciatore con il procuratore, chiederebbe la buonuscita per rinunciare ad un altro anno di contratto. Per Togni, dopo l’esperienza alla Spal, non ci sono al momento offerte. Situazione difficile da gestire. Il brasiliano si è chiuso nel silenzio. Non si aspettava la contestazione alla prima uscita stagionale nè tantomeno i fischi alla presentazione della squadra al Campo Coni. Avrebbe voluto giocarsi le sue chance di conquistare Tesser. Ma a quanto pare non rientra nemmeno nei piani tecnici del neo allenatore che non troverebbe per lui spazio nel 4-3-1-2 proposto. Insomma, tutto da decidere ancora. Il rebus è sempre più difficile da risolvere. Le parti sono ancora troppo distanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy