Top 11 di B: Arini e Kupisz, ma è dominio Crotone

Top 11 di B: Arini e Kupisz, ma è dominio Crotone

8° giornata in Serie B. 33 gol, 9 vittorie casalinghe su 11: spettacolo e fattore campo decisivi. Nuovo stop per il Cagliari, il Crotone vince e vola da solo in testa. Bene il Cesena, ko per Bari e Salernitana, solo un pari per l’Avellino. Sconfitte Trapani e Vicenza: nessuna squadra è più imbattuta. Ulteriore conferma dell’equilibrio di un campionato dove le certezze esistono soltanto sulla carta. Smentite puntualmente dagli esiti maturati sui campi.

Ecco i migliori di giornata: 4-2-3-1 affidato ad Ivan Juric del Crotone.

Aridità (Lanciano): Ferma Girardi con un autentico miracolo. Il fortino casalingo del Lanciano continua a resistere. Il modo migliore per costruire un’altra salvezza.

 

Calapai (Modena): Spina costante dell’out sinistro dell’Ascoli. Fa espellere Canini e conferma di attraversare un ottimo momento di forma.

 

Campagnaro (Pescara): Con il suo rientro Oddo blinda la difesa e passa d’autorità in quel di Trapani. Nessun caso, esperienza al potere.

 

Legati (Pro Vercelli): Compattezza e carattere. La Pro riparte con Foscarini e lui è il migliore al cospetto degli insidiosi attaccanti del Vicenza.

 

Keita (Entella): Pulito e diligente dietro, efficace e costante in fase offensiva. Il giovane classe ’96 cresce bene, contribuendo all’importante successo contro la Salernitana.

 

Capezzi (Crotone): Ripulisce una quantità industriale di palloni, meglio di una lavatrice. Poi si prende l’ovazione dello Scida con il gol del 3-0 finale.

 

Arini (Avellino): Gol, corsa e tanta sostanza. L’Avellino stenta a decollare ma lui c’è. Sta tornando il bel giocatore ammirato due stagioni fa.

 

Kupisz (Brescia): Destra o sinistra, nessuna differenza. Fa ammattire gli esterni biancoverdi e si traveste da goleador con due zampate da bomber vero.

 

Garritano (Cesena): Due gol e un rigore procurato. Sensi è la mente, lui il braccio della rimonta del Cesena sullo Spezia. Drago ringrazia e si prende il secondo posto.

 

Furlan (Ternana): Manda in tilt prima Sabelli e poi Del Grosso. Padrone assoluto della sua fascia, manda sulla testa di Belloni il pallone del vantaggio rossoverde.

 

Lapadula (Pescara): Gol, assist e tanto movimento in attacco. Si è guadagnato la Serie B sul campo e sta dimostrando a tutti di strameritarla.

 

All. Juric (Crotone): Travolge Panucci e si riprende il primato. Presto per parlare di nuovo Carpi, ma il suo giovane Crotone è davvero una meraviglia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy