Un altro addio è certezza. Almici “preferisce” Bari

Un altro addio è certezza. Almici “preferisce” Bari

I buoni auspici di Pierpaolo Marino non sono bastati. Alberto Almici, tornato all’Atalanta per fine prestito, ha detto no ad una nuova stagione ad Avellino e ha scelto il più lauto ingaggio e le maggiori ambizioni (almeno per ora) del Bari. Taccone e De Vito avrebbero provato in tutti i modi a convincere il terzino destro classe ’93 a rimanere in biancoverde, contando proprio sui buoni rapporti con il direttore sportivo nerazzurro “cresciuto” all’ombra del compianto Commendatore Sibilia. Niente da fare però. Almici in queste ore starebbe per chiudere con il Bari e sarà un punto fermo della squadra di Davide Nicola che, in vista di una possibile dipartita del Catania travolto dagli scandali, si candida ad essere la più bella e concreta alternativa al Cagliari di Rastelli. Almici, classe ’93, ex Latina, dopo un inizio difficile, si è reso protagonista di un positivo finale di stagione e Tesser avrebbe volentieri puntato sulla sua duttilità e sulla sua buona tecnica. Ci sarebbe però solo da stabilire le modalità di trasferimento in Puglia, la volontà del giocatore ha prevalso. Una questione puramente di ingaggio, non ci sono altre spiegazioni, per giustificare la decisione di Almici e del suo procuratore di preferire Bari ad Avellino. L’impegno di Marino non è bastato. Gagliardini con tutta probabilità sarà biancoverde, ma da Bergamo ne arriverà solo uno: Almici saluta e ringrazia. Lo aspetta il San Nicola.

di Alfredo Iannaccone

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy