Varese-Avellino, termina 1-1. I lupi deludono ancora una volta

Varese-Avellino, termina 1-1. I lupi deludono ancora una volta

Varese (4-4-2): Perucchini; Fiamozzi, Simic (9′ st De Vito), Rossi, Luoni; Zecchin, Blasi, Osuji, Cristiano (42′ st Capezzi); Forte, Miracoli (18′ st Falcone). A disp.: Birighitti, De Vito, Dondoni, Falcone, Capello, Barberis, Jebbour, Capezzi, Jakimovski. All.: Stefano Bettinelli

Avellino (4-3-1-2): Gomis; Regoli (31′ st Bittante), Ely, Vergara (33′ pt Fabbro), Pisacane; Sbaffo, Kone, Zito; Soumarè (1′ st D’Angelo); Castaldo, Trotta. A disp.: Bavena, Arini, D’Angelo, Comi, Bittante, Almici, Angeli, Mokulu. All.: Massimo Rastelli.

Arbitro: Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta

Guardalinee: Lorenzo Gori della sezione di Arezzo e Matteo Bottegoni della sezione di Terni.

Reti: 32′ pt Trotta (A); 20′ st Falcone (V)

Note: ammonito al 38′ pt Simic (V), al 21′ st Blasi (V), al 26′ st Regoli (A); angoli 7-3; recupero 3′ pt e 3′ st.

Rastelli fa riposare il duo Chiosa-Bittante, in settimana sono stati impegnati con l’Italia B di Piscedda. A loro posto largo a Vergara, in settimana il colombiano ha dimostrato di essere in palla dopo l’infortunio. Sul binario opposto largo a Regoli con Pisacane dirottato sulla corsia mancina. Mediana formato sprint. Zito, Kone e Sbaffo. Vertice alto nel rombo di centrocampo Soumarè. In avanti nessun dubbio dentro Castaldo-Trotta

PRIMO TEMPO – Parte bene l’Avellino. Al 2′ Soumarè va via sulla destra e confeziona un cross teso al centro Rossi per poco non intercetta nella propria porta, con la sfera che finisce in angolo. Il Varese si propone in avanti al 8′. Sbavatura difensiva di Rodrigo Ely. Ne approfitta Cristiano che fa partire, dalla sinistra un cross al bacio per la corrente Miracoli. L’attaccante ligure apre il piatto sinistro indirizzando la sfera ad un centimetro dall’incrocio lontano. Al 16′ i padroni di casa ci riprovano. Zecchin imbecca Forte che ubriaca di finte Vergara, il colombiano crolla al suolo, Forte calcia in diagonale ma sfiora il palo lungo. Al 32′ l’Avellino mette la zampata sul match. Sbaffo pesca dalla destra Marcello Trotta che anticipa il diretto marcatore e di destro indirizza la palla sul palo lontano. Quinto centro con la maglia biancoverde per l’attaccante casertano. Dura solo 33′ minuti la gara di Vergara. Il colombiano esce per infortunio, largo a Fabbro. Al 36′ pronta reazione del Varese: lungo cross a tagliare l’area dalla trequarti destra di Fiamozzi per il sinistro ad incrociare di Cristiano, pallone di un soffio a lato sul secondo palo. Al 45′ l’Avellino accarezza il vantaggio con Trotta. Conclusione dalla distanza disinnescata in due tempi da Perucchini. Termina il primo tempo con l’Avellino in avanti.

SECONDO TEMPO – La ripresa viene inaugurata da una sostituzione. Rastelli è costretto a sostituire anche Soumarè per un problema alla caviglia. Dentro D’Angelo, con Sbaffo che avanza dietro le punte. Al 47′ lupi ancora in percussione. Dalla bandierina Zito trova l’impatto con la fronte di Ely che ruba il tempo all’avversario e sfiora di poco il palo graziando la sua ex squadra. Passano solo tre minuti, al 50′, percussione centrale di D’Angelo che verticalizza per Castaldo, il potente diagonale del bomber di Giugliano viene respinto in qualche modo dal portiere. L’Avellino imbriglia il Varese. Al 55′ i biancoverdi vanno vicino al vantaggio. Trotta che si mette in proprio sul lancio di Ely, difende la palla e se la porta sul sinistro che azione in maniera esplosiva ed impegna alla respinta centrale Perucchini. Al 62′ clamorosa trattenuta di De Vito su Pisacane non vista dall’arbitro in area, scatta la ripartenza del Varese con Forte che si presenta a tu per tu con Gomis glaciale devia. Passano solo tre minuti e Gomis si ripete su Forte salvando in angolo, ma dalla bandierina giunge un pallone avvelenato che giunge al neo entrato Falcone lesto ad insaccare alle spalle del portiere. 1-1 il risultato. Al 85′ l’Avellino sembra non averne più di fronte ad un Varese più pimpante. Al 91′ Castaldo ha il pallone del vantaggio dopo un’azione insistita di Sbaffo. L’attaccante biancoverde si fa murare da un difensore la conclusione. Termina la gara del “Franco Ossola” un punto che sa di sconfitta.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy