Verso Avellino-Novara le novità e le statistiche

Verso Avellino-Novara le novità e le statistiche

Commenta per primo!
sansovini
Presentazione Sansovini

Il girone di ritorno comincia con l’arrivo al “Piola” contro il Novara dell’ex di turno Calori, proprio l’allenatore è una delle tante novità. Infatti sulla panchina degli azzurri all’andata, persa per 2-1 al Partenio-Lombardi grazie alle reti di Castaldo Zappacosta e Faragò sedeva Aglietti esonerato lo scorso novembre. Con l’avvento di Calori sulla panchina del Novara è cambiato anche il modulo di gioco passando dal 4-3-3 zemaniano di Aglietti al più moderno e diffuso modulo di gioco adottato in Serie A e anche in B, il 3-5-2 (modulo adottato anche dal tecnico Rastelli). Ci sono stati anche dei piccolo stravolgimenti di mercato. Difatti è arrivato in terra piemontese Marco Sansovini classe’80 punta d’esperienza ormai ai margini dello Spezia di Mangia. Di certo però l’avvento del tecnico toscano non è stato esaltante, infatti è stato esaltante, ne sono la prova eloquente lo score dei risultati che parla di solo due vittorie, due pareggi e tre sconfitte. Accumulando cosi una media di 1,14 punti a partita. Le bocche di fuoco più pericolose degli azzurri sono composte dal duo Rubino e Gonzàlez, rispettivamente a quota 5 e 3 gol. Contro l’Avellino, Calori potrebbe schierare la formazione che ha pareggiato nel lunch match di domenica contro il Varese. Tra i pali spazio a Tomas Kosicky, che in 2o partite ha accumulato una passività di 27 reti, se poi vanno aggiunte anche quelle in Coppa Italia si arriva alle 30 reti subite. Difesa composta da un trio di marcantoni: Perticone,Ludi e Bastrini. In mediana largo a Buzzegoli, PesceFaragò, autore del gol contro il Varese che ha regalato a Calori un punto prezioso. Sugli esterni a dare vivacità alla manovra si offensiva ci saranno Salviato e Lazzari. In avanti spazio al duo Sansovini Gonzàlez.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy