Vicenza-Avellino: le pagelle dei lupi

Vicenza-Avellino: le pagelle dei lupi

Un lupo troppo rinunciatario si accontenta del pari (0-0) in quel di Vicenza (dopo 22 gare consecutive in gol). Qualche buona occasione (Tavano, Mokulu). Ma poca intensità. Bisogna cambiare marcia. Se si vogliono raggiungere i play-off. Altrimenti, va bene così. Frattali 6: sicuro come sempre nelle uscite. Stavolta non è costretto a compiere grandi interventi.

Pisano 5,5: soffre la velocità di Giacomelli e viene ammonito al 13′ per un brutto fallo a centrocampo su D’Elia. Esce dopo aver preso una botta. (dal 28′ Nica 6: non commette gravi ingenuità. Nonostante gli assalti del Vicenza regge discretamente. Buona prova rispetto al passato. Ammonito, salterà il Livorno).

Jidayi 6: solita concentrazione. Si fa notare al 51′ per un ottimo colpo di testa su corner di Insigne. Peccato che la palla non entri.

Biraschi 6,5: dopo l’ottima prova col Bari, conferma che da centrale è una sicurezza assoluta. Gioca spesso d’anticipo e regola l’attacco veneto.

Visconti 5,5: qualche svarione e un cartellino giallo al 38′. Poi cresce. Non abbastanza per guadagnarsi la sufficienza. (dall’83’ Bastien s.v: troppo poco in campo per incidere).

Paghera 6,5: schierato da mezzala, riscatta la brutta prova offerta contro il Bari. Lotta con la grinta di un lupo. Più quantità che qualità. L’ultimo a mollare.

Arini 6,5: gioca una gara di cuore in mezzo al campo. Spizza una gran palla per Tavano al 22′. Corre e si danna. Guerriero.

Gavazzi 5,5: stranamente impreciso. Questa volta non riesce davvero ad incidere. Non è un caso la scarsa vivacità dei lupi. Quando Gavazzi non è al top, la squadra ne risente.

Insigne 5,5: conferma ancora una volta che, partendo dal 1′, non riesce ad incidere come potrebbe. Si fa notare solo per due corner interessanti e per il gesto di stizza verso la curva vicentina. (dall’81’ Migliorini 6: entra nel finale per contrastare le due torri biancorosse. Anticipa alla grande Raicevic. Decisivo).

Mokulu 5,5: nel primo tempo molto male. Commette diversi falli e si divora un gol a tu per tu con Vigorito. Nella ripresa cresce. Ma non basta.

Tavano 5: il palo clamoroso colpito al 22′ a due passi dalla porta biancorossa (praticamente vuota) pesa come un macigno sul match. Serve poi una grande palla in profondità a Mokulu. Nella ripresa sparisce.

All.Tesser 5,5: scelte quasi obbligate in difesa e a centrocampo. Non paga la scelta di schierare Insigne dall’inizio. Perché non vede Joao Silva?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy