Cab Solofra, Cavalluzzo suona la carica: “Qui per vincere ed esser protagonisti”

Cab Solofra, Cavalluzzo suona la carica: “Qui per vincere ed esser protagonisti”

La guardia beneventana rappresenta uno dei principali colpi di mercato nel campionato di serie D

Commenta per primo!

Voglia di vincere e guidare la sua squadra all’obiettivo rincorso da ormai quattro stagioni ma mai concretizzatosi. Vincenzo Cavalluzzo è uno dei volti nuovi nel roster del Cab Solofra. Aggregatosi al gruppo da poco meno di due settimane, la guardia nativa di Benevento rappresenta uno dei principali colpi di mercato nel campionato di serie D il cui taglio del nastro è fissato per sabato 8 ottobre. Entusiasta della scelta e dell’approccio col gruppo è l’ex giocatore del Santa Maria a Vico: «Ho accettato subito la proposta del Cab Solofra per l’entusiasmo dimostratomi sia dal presidente che dell’allenatore non appena hanno saputo che S. Maria a Vico non mi aveva riconfermato. Sono davvero contento perché mi hanno riservato un’ottima accoglienza soprattutto i miei nuovi compagni di squadra».

Cavalluzzo è un elemento dal noto potenziale offensivo (l’anno scorso è stato tra  i migliori realizzatori del torneo di serie D)  ma non solo: «Sono un cestista come tanti altri che predilige per prima cosa il rispetto sia per i compagni di squadra che per gli avversari. Mi descrivo come un giocatore umile che si mette sempre al servizio della squadra pronto anche a fare un passo indietro per il bene collettivo».

La campagna di rafforzamento adottata dal club gialloblu indica il Cab Solofra come una delle candidata alla vittoria finale. Una pressione che non sembra spaventare il talento sannita: «Penso che la pressione di dover vincere possa incidere solo che positivamente alla squadra in quanto siamo tutti stimolati ad allenarci al 100 % in maniera tale da essere pronti per scendere in campo nel migliore dei modi nel fine settimana».

Le insidie, tuttavia, sono dietro l’angolo al di là del valore delle avversarie: «E’ un campionato imprevedibile, ogni squadra può dire la sua  soprattutto in casa dove ci sono dei campi caldi difficili da espugnare. Non conosco ancora i roster delle squadre del nostro girone perché fino a qualche settimana fa non sapevo dell’interessamento del Cab Solofra. Non appena ho accettato la loro proposta ho pensato solo ad allenarmi per farmi trovare in una condizione ottimale per la prima partita stagionale».

Non c’è solo il basket nella vita di Vincenzo Cavalluzzo che da beneventano ha una precisa fede calcistica: «Oltre alla pallacanestro ho la passione per il calcio ed infatti d’estate gioco ogni settimana a calcio a 8 con mio cugino Vincenzo Donatiello che è come un fratello maggiore per me. Seguo la serie A ma soprattutto la serie B in cui milita il Benevento Calcio di cui sono un tifoso “sfegatato”».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy