Avellino Calcio – Focus Budoni: il primo ostacolo di mister Bucaro ai raggi X

Avellino Calcio – Focus Budoni: il primo ostacolo di mister Bucaro ai raggi X

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Il nuovo Avellino di Giovanni Bucaro comincerà la sua avventura sul campo del Budoni. Prima tappa in Sardegna per i lupi dopo le tante, alcune non proprio felici, trasferte in terra laziale. Sforzini e compagni tenteranno dalle parti di Nuoro di riallacciare il filo del discorso bruscamente interrotto con la pesante debacle casalinga contro il Trastevere.
Il Budoni occupa attualmente la quindicesima posizione in classifica con 16 punti (4 vittorie, 4 pareggi, 7 sconfitte; 22 gol fatti, 20 gol subiti) e sta viaggiando in linea con l’obiettivo stagionale (salvezza) indicato a bocce ferme. In casa fin qui i sardi hanno raccolto 9 punti in 7 gare (2 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte; 14 gol fatti, 8 gol subiti), alzando il livello del volume in maniera perentoria soprattutto nelle ultime 2 sfide, con i sonori successi contro Ladispoli (6-0) ed Anzio (4-1).
Sulla panchina biancazzurra siede il campano Raffaele Cerbone (classe 1969), nativo di Afragola ed ex bomber dal gol facile (con 75 reti all’attivo nel torneo di Serie B ). Come Bucaro con l’Avellino, anche Cerbone ha una simbiosi particolare con la sua attuale società, essendone stato calciatore (in Eccellenza nel periodo finale della sua brillante carriera) prima che allenatore. Il tecnico preferisce l’utilizzo del 4-4-2, ma senza integralismi scivola con facilità anche verso altri sistemi tattici. Guardando sempre negli occhi i propri avversari, soprattutto negli scontri giocati davanti al pubblico amico.
Nella rosa della formazione sarda spiccano alcuni elementi, protagonisti importanti in questa prima fase di stagione. Il capitano è la bandiera Marco Farris (classe 1992, 1 gol in campionato), giocatore esperto e molto abile sui calci piazzati. A centrocampo emerge la buona qualità dell’ex Olbia Alessio Murgia (classe 1997, 2 gol in campionato) e la velocità dell’esterno offensivo portoghese Muhamed Varela (classe 1998, 3 gol in campionato). In attacco fari puntati invece su Samuele Spano (classe 1994), uno dei vicecannonieri del girone con 9 reti all’attivo, ad una sola rete di distanza dal leader Cardella. Bottino cospicuo, impreziosito notevolmente dal poker rifilato all’Anzio due settimane fa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy