“A Chiavari un match da dimenticare, il gruppo c’è e i risultati si vedranno”

“A Chiavari un match da dimenticare, il gruppo c’è e i risultati si vedranno”

Lasik si presenta ai nuovi tifosi e promette i tre punti col Trapani

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta di Chiavari della scorsa domenica è uno dei nuovi volti dell’Avellino, Richard Lasik, a commentare il primo ko in campionato: “Con la testa dobbiamo già pensare al prossimo match col Trapani. Non possiamo giocare come a Chiavari. Non si può giocare così e dovremo evitare gli errori commessi.”

Tatticamente l’ex mediano del Brescia spiega che “il mister mi fa fare il terzo di centrocampo ma posso giocare anche da interno, un ruolo che preferisco maggiormente. A Brescia giocavo anche da terzino.”

Sulle ragioni che lo  hanno spinto ad accettare l’offerta dei lupi afferma che “Volevo venire qui già da tempo ma era il mio vecchio club ad ostacolare la trattativa. Sono tornato in Slovacchia per problemi familiari. Ma sono riuscito a tornare in Italia dove mi sono trovato bene.”

La forza  e l’affiatamento di un team che annovera giovani promesse con elementi di esperienza è la strategia adottata dalla società: “E’ un gruppo coeso, nessuno in squadra fatica ad adattarsi. Mi trovo bene anche se qualche movimento è da oleare settimana dopo settimana.”

Giocare bene con la maglia biancoverde significa anche tornare nel giro della Slovacchia: “Penso alla nazionale ed Avellino è un nuovo trampolino da lancio. Ci penso eccome essendoci già stato.”

Testa e concentrazione sono rivolte ormai da alcune ore già al prossimo match casalingo di sabato: “Col Trapani bisogna fare i tre punti, l’unica cosa che conta. In serie B non è cambiato nulla: ognuno può vincere o perdere con tutti.”

Lasik, arrivato in Irpinia da poche settimane, ha già avuto modo di testare il calore e l’entusiasmo dei supporters del lupo: “Avellino è una piazza molto importante, c’è un tifo da serie A. Ci aiuta molto in campo e mi sento bene. Se non ci applichiamo non andremo da nessuna parte. Si lavora tantissimo con Toscano. E’ uno degli allenatori che mi fa sudare tantissimo sul campo.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy