Avellino calcio – A Carpi la parola d’ordine è fare gol: la sterilità sotto porta condanna i biancoverdi

Avellino calcio – A Carpi la parola d’ordine è fare gol: la sterilità sotto porta condanna i biancoverdi

Alla tredicesima giornata i gol messi a segno lo scorso anno erano ben 21

Ardemagni, Belloni, Castaldo, D’Angelo, Verde e Lasik. Questi i nomi dei sei giocatori che sono andati in rete in questa stagione per l’Avellino. Sette gol in 13 partite con il solo Pisa che ha fatto peggio. Passa anche da qui l’inizio difficile di stagione dei biancoverde che in troppe partite è rimasto a secco nel tabellino dei marcatori. Ben otto partite senza fare gol sono una condanna verso la sconfitta o al massimo ad un pareggio come quello con il Trapani o di Vicenza. Ad inizio campionato, dopo l’arrivo di Matteo Ardemagni, si esaltava il reparto offensivo composto da pezzi pregiati per la categoria da Castaldo a Mokulu fino a Verde e senza dimenticare Bidaoui e il giovane Camarà. Sul reparto offensivo pesa troppo spesso la manovra di gioco che porta gli attaccanti a concludere poco verso la porta avversaria. Manca a questa squadra anche l’alternativa del gol da calcio da fermo e la penuria di realizzazioni con inserimenti dalle linee arretrate, già accusato lo scorso anno con il solo Jidayi pericoloso in area di rigore e che mise a segno due gol. La salvezza dello scorso anno venne costruita attraverso le realizzazioni di 13 giocatori con 52 gol realizzati in totale. Alla tredicesima giornata i gol messi a segno erano ben 21. Numeri completamente diversi da questa stagione per le bocche di fuoco biancoverdi.

A Carpi Toscano potrebbe trovare soluzioni alternative in attacco per dare maggior vitalità alla fase conclusiva ma occorre un atteggiamento unitario della squadra per fare gol. La sterilità sotto porta condanna l’Avellino e questo al momento sembra essere il problema più grande di una squadra che solo attraverso il gol può ritrovare fiducia e consapevolezza delle proprie qualità.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy