Avellino calcio – Dall’Argentina gli scongiuri verso Avellino: ogni morte di Papa si vien promossi

Avellino calcio – Dall’Argentina gli scongiuri verso Avellino: ogni morte di Papa si vien promossi

Il portale cileno Cooperativa TV, racconta le clamorose vicende legate all’Avellino e ai papi. Che Papa Francesco faccia gli scongiuri dovuti.

Clamorosa notizia estrapolata dalla TV cilena Cooperativa TV, che titola “Papitas del Fútbol: La curiosa historia del club Unione Sportiva Avellino”. Andiamo a vedere il servizio, ovviamente in spagnolo e ci accorgiamo che si parla delle promozioni dell’Avellino. Promozioni che incredibilmente si ripetono….ad ogni morte di Papa. Non riferita all’espressione “raramente”, ma è proprio così. L’anno del decesso di un sommo Pontefice, l’Avellino è salito di categoria.

La prima occasione storica fu nel 1958, con la morte di Pio XII e l’elezione di San Giovanni XXIII; l’Avellino per la prima volta promossa in Serie C, dopo aver finito al terzo posto il campionato Interregionale.

Passiamo al 1963, quando a morire fu San Giovanni XXIII, e a susseguirgli fu Paolo VI. L’Avellino nel 1963 salì nuovamente in Serie C, dopo che era retrocessa l’anno precedente.

Continuiamo, con il 1978, quando addirittura ci furono due conclavi. Quello dopo la morte di Paolo VI, con nomina di Giovanni Paolo I, il quale però durò solo un mese sulla Cattedra di Pietro, sostituito da San Giovanni Paolo II nell’ottobre 1978. Ebbene, il 1978 rimane storico anche per i colori dell’Avellino, perchè come saprete tutti è l’anno della storica promozione dei lupi in Serie A.

Il Pontificato di Giovanni Paolo II è stato tra i più lunghi della storia del papato, ben 27 anni, fino al 2005. Ovviamente in questo periodo l’Avellino è sceso dalla Serie A, è tornato anche in Serie C, è risalito due volte in B, ma per fortuna non è accaduto nulla al Papa. Il 2 aprile 2005 Karol Wojtyla spirò e nel conclave fu eletto Papa Benedetto XIV. E cosa accadde nel 2005? Ovviamente promozione dell’Avellino dalla C alla B : e che promozione!!! Quella conquistata nella storica finale playoff ai danni del Napoli di De Laurentiis.

Da Giovanni Paolo II, non è deceduto più nessun Papa, ma attenzione, nel 2013 ci fu il grande rifiuto di Benedetto XVI e l’elezione di Papa Francesco. E il 5 maggio 2013 puntualmente ecco l’ultima promozione dell’Avellino in categoria superiore, ovvero dalla Lega Pro alla Serie B, conquistandola sul campo del tanto discusso Catanzaro.

Insomma, cari tifosi avellinesi, per vedere l’Avellino in Serie A dovremmo augurarci la dipartita di un Papa? Chissà. Intanto sia Papa Francesco che Benedetto XVI, nel caso leggeranno questa notizia, faranno gli scongiuri del caso.

Di Michelangelo Freda e Marco Costanza. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy