Avellino Calcio, Fernando De Napoli: “I lupi devono tornare a sbranare gli avversari come era con noi”

Avellino Calcio, Fernando De Napoli: “I lupi devono tornare a sbranare gli avversari come era con noi”

Le parole di “rambo” De Napoli che analizza la stagione dell’Avellino

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Di gente come lui l’Avellino, in queste cinque battaglie finale ne avrebbe bisogno come il pane. Stiamo parlando di Rambo, Fernando De Napoli, un lottatore, un guerriero che non si fermava mai in campo. La bandiera di Chiusano di San Domenico, irpino puro sangue, ha analizzato il momento in casa biancoverde a Il Mattino. 

Questa la sua analisi: “E’ stato un campionato difficile, avaro di soddisfazioni. Ora l’obiettivo è la salvezza. Sarà dura ma non ho dubbi in merito al fatto che l’Avellino si salvi. Sto vedendo le partite, vedo una squadra viva che lotta, una squadra che non si arrende, che combatte. Dunque sono sereno da questo puto di vista. Adesso, il gruppo dovrà affidarsi alle bandiere D’Angelo e Castaldo. Questi due giocatori, a mio avviso, sono quelli che possono tirare fuori l’Avellino dalla zona calda della classifica. Mi è discpiaciuto per l’esonero di Walter Novellino, un compaesano, un sanguigno, che ama il colore biancoverde. Posso capire la sua delusione. Purtroppo l’Avellino viene prima di tutto, e anche sulle scelte dolorose. I lupi vengono dalla sconfitta col Palermo, ma perdere al Barbera, contro una squadra più forte, ci sta. Non è lì che deve fare i punti l’Avellino per salvarsi. Neanche a Carpi sarà facile ma se l’Avellino scenderà in campo come 11 lupi pronti a sbranare la preda, potrà farcela. Passaggio di società? Io dico che se Taccone è stanco e vuole cedere è giusto farlo, senza far andare per le lunghe la trattativa. So che Italpol vuole garanzie e vuole attendere la salvezza per acquistare, quindi c’è da attendere questo mesetto per capire. Parole ai tifosi? Non ho bisogno di dare consigli ai tifosi. La Curva Sud da sempre ha spinto questa squadra, da sempre è stata il 12° uomo in campo. Sa cosa fare per spingere i ragazzi alla salvezza. Sono orgoglioso di essere avellinese e di aver indossato la maglia biancoverde. La squadra, adesso, ha bisogno di noi e sono sicuro che gli ultras faranno sentire la loro voce fino alla fine. Magari tra un mese festeggerò la salvezza dei lupi e lo Scudetto del Napoli”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy