Avellino Calcio – Focus Monterosi: bunker casalingo e un ex Inter che fa faville

Avellino Calcio – Focus Monterosi: bunker casalingo e un ex Inter che fa faville

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Errare è umano. Perseverare sarebbe diabolico. Conscio dei tanti errori commessi a Fregene e Civita Castellana, l’Avellino di Archimede Graziani si avvia verso la difficile trasferta in casa del Monterosi. Fiducioso di aver imparato la lezione e desideroso di rivedere quella luce che in trasferta manca ormai da un po’. Con la larga vittoria di Anagni, il Monterosi è salito al secondo posto in classifica (alla pari del Trastevere), rinforzando quelle previsioni estive che vedevano la squadra laziale tra le sicure protagoniste del girone G. Una classifica di prim’ordine, costruita soprattutto su un percorso casalingo fatto di 4 vittorie in 4 partite, il migliore di tutto il raggruppamento. Basato più sulla concretezza (8 gol fatti, 2 subiti) che sullo spettacolo, anche perché le compagini affrontate sin qui (tutte appartenenti alla zona destra della graduatoria) hanno influenzato le prestazioni badando più a difendersi che ad attaccare. Il nocchiero biancorosso è Marco Mariotti (classe 1961), ex Albalonga e Nuorese, che utilizza il 4-3-1-2 come modulo di riferimento. All’arte del gol ci pensa Daniele Nohman (classe 1984), un bomber di sicuro affidamento (5 reti realizzate fin qui) che sa come si segna e vince nella categoria. Ad affiancarlo nelle scorribande offensive c’è il talentuoso trequartista Gianmarco Gabbianelli (classe 1994). Scuola Inter, un passato in C con le maglie di Pro Patria e Fano, Gabbianelli sta attraversando un ottimo periodo di forma, come testimoniato dalla pesante doppietta di Anagni che ha portato a quota 4 il suo bottino di reti stagionale. Pericoli in vista per un Avellino che continua a faticare in maniera eccesiva a tenere chiusa la porta di Lagomarsini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy