Avellino Calcio – Gargantini (RSI): “La promozione sul campo l’ho catalogata alla voce improbabile. Cuneo uno scempio e noi paghiamo”

Avellino Calcio – Gargantini (RSI): “La promozione sul campo l’ho catalogata alla voce improbabile. Cuneo uno scempio e noi paghiamo”

Il nostro consueto appuntamento con Omar Gargantini, telecronista di RSI Svizzera

di Redazione Sport Avellino
Caro direttore,
l’idea di conquistare la promozione sul campo l’ho catalogata alla voce improbabile per non dire impossibile già a novembre. La sconfitta di ieri, quindi, non sposta di una virgola questa mia convinzione. Come non l’aveva spostata la fortunosa vittoria di Lanusei. E nemmeno mi fa particolarmente male al morale: proprio perché il nostro valore è questo. A deprimermi è l’obiettiva presa di coscienza che nel cambio di guida tecnica ci siamo messi nella masochistica condizione di stare anche peggio di prima. Graziani non aveva una rosa così profonda, ma eravamo su questi livelli di risultati, prestazioni e classifica. Significa che nonostante il progressivo irrobustimento dell’organico Bucaro non c’ha ancora capito nulla, confermandosi allenatore modesto (o mediocre, o scarso: ognuno usi l’aggettivo che meno turba la propria sensibilità), incapace di dare un gioco ed un’idea alla propria squadra. D’accordo che in D di fenomeni non ce ne sono, ma ogni volta che ho la possibilità di vedere le partite in TV – e di trasferte ne ho perse pochissime – prevale sempre l’impressione che gli altri sappiano ottimizzare il poco a disposizione, l’Avellino l’esatto contrario.
E allora, mi si permetta, il DS o chi per esso ha avuto la brillante idea di andare a prendere un tecnico che già in passato non s’era rivelato all’altezza, beh, va pure messo sul banco degli imputati. E mi auguro dei partenti.
Animo comunque, basterà mettere sul tavolo una fidejussione e torneremo in Lega Pro: magari ci sarà anche chi avrà il coraggio di festeggiare…
PS: dopo lo scempio di ieri a Cuneo spero che chi per un cavillo ci ha spediti all’inferno abbia almeno un briciolo di senso di colpa.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy