Avellino calcio – Verde è amore biancoverde: “Questa piazza non merita di stare cosi giù in classifica. Prima del rigore? Ho guardato Ardemagni e…”

Avellino calcio – Verde è amore biancoverde: “Questa piazza non merita di stare cosi giù in classifica. Prima del rigore? Ho guardato Ardemagni e…”

L’attaccante biancoverde si è sbloccato nella gara contro la Pro Vercelli parla dell’Avellino, della Roma e del mago delle “carte” Gigi Castaldo

Avellino non merita di stare così giù in classifica perché i tifosi stono eccezionali e perché abbiamo un gruppo di ragazzi che credo sia unico in Europa” sono le parole al miele di Daniele Verde per la piazza biancoverde e per la squadra che sabato ha raggiunto sul proprio campo la prima vittoria in questa stagione grazie anche alla doppietta del calciatore napoletano. A gianlucadimarzio.com l’attaccante biancoverde spiega anche cosa è successo prima del rigore del secondo vantaggio biancoverde: “Il mister aveva indicato me, poi ho incrociato lo sguardo di Ardemagni e ha visto che ero più pronto. Mi ha fatto capire: ‘Battilo tu’, ed io sono andato senza paura”.

Prima del rigore ha pensato ad uno dei suoi miti con il quale ha avuto la fortuna di giocare insieme: “Al momento di calciare ho preso spunto da Francesco Totti. E’ una persona fantastica. Qualsiasi giovane passi sulla sua strada si troverà alla grande perché ha un consiglio per tutti” ma adesso Verde ha un nuovo punto di riferimento che oltre al calcio è maestro anche in un altro campo: “Gigi Castaldo numero uno assoluto: in campo e fuori. Un vero esempio. E poi è il maestro delle carte! Con lui non mi ci siedo neanche a giocare: è troppo forte. Però lo osservo sempre, mi fa morire!”.

Ultimo pensiero per un suo vecchio amico ai tempi della Roma con cui si sente ancora: “All’esordio in serie A ricordo che mi riscaldavo con Maicone e quando il mister mi fece segno pensavo stesse parlando con lui invece aveva chiamato proprio me. Il brasiliano è uno dei miei ex compagni con i quali mi sento ancora oggi. Qualche messaggino ogni tanto, davvero un grande lui“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy