Avellino- Da Piccinini a Piccinini. L’amuleto si conferma. Con l’arbitro di Forlì lupi sempre vincenti

Avellino- Da Piccinini a Piccinini. L’amuleto si conferma. Con l’arbitro di Forlì lupi sempre vincenti

Ancora una volta il fischietto di Forlì è stato un portafortuna dei lupi

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

L’Avellino che sorride, l’Avellino che torna al successo, che batte il quotatissimo Perugia, che torna a correre verso la salvezza. Un Avellino che nel momento suo più difficile, si è affidato ad un amuleto, che in passato è risultato sempre decisivo.

Stiamo parlando del fischietto Marco Piccinini di Forlì. L’arbitro di Avellino-Perugia, era alla sua quinta direzione con i lupi, e con lui a dirigere la gara, sono arrivate 5 vittorie su 5 precedenti per i biancoverdi.

Non che Piccinini aiuti l’Avellino con espisodi a favore o sviste per gli avversari, sia chiaro, anzi, si è dimostrato un arbitro bravissimo e molto competente, ma semplicemente è un vero e proprio amuleto per la squadra irpina.

Il feeling iniziò la scorsa stagione, il 19 novembre 2016, quando i lupi vinsero 1-0 con il Pisa di Gattuso. Erano i lupi di Toscano, ancora (anche se in panchina c’era Napoli, suo vice), che sarebbe stato esonerato da lì a poco.

Il secondo precedente nel 3-1 col Vicenza dell’anno scorso, del febbraio 2017, poi la vittoria di Pasquetta 2017, all’Arena Garibaldi di Pisa, sempre per 1-0.

Il quarto e ultimo precedente, prima di ieri sera, era stata la clamorosa rimonta di settembre scorso, contro l’Empoli, quel 3-2 che sembrava far volare l’Avellino. Era il 30 settembre 2017. Quella fu l’ultima grande prova dell’Avellino, poi avrebbe perso con il Bari e successivamente il derby e da lì avrebbe avuto una stagione inquietante.

Da Piccinini a Piccinini dunque. Chissà, magari, si è interrotta la maledizione di questi mesi che c’era intorno all’Avellino.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy