Avellino, Foscarini: “La Ternana non mi fa dormire sogni tranquilli. Il ricordo di questi tifosi lo porterò sempre con me”

Avellino, Foscarini: “La Ternana non mi fa dormire sogni tranquilli. Il ricordo di questi tifosi lo porterò sempre con me”

Le parole di mister Foscarini alla vigilia del ritiro per la gara di Terni

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Ci siamo. Per l‘Avellino inizierà domani la missione salvezza. Una missione possibile, basta vincere a Terni e l’obiettivo sarà centrato. Lo sa bene mister Foscarini che alla vigilia della partenza per il ritiro di Terni carica la squadra in conferenza stampa.

Queste le sue parole: “Questa di Terni è ancora più importante dello Spezia. Mi auguro che sia l’ultima volta che ci rivediamo in prepartita, vorrà dire che centreremo l’obiettiva salvezza. Lo spirito è quello giusto, la temperatura sta salendo, anche se devo stare accorto che il termometro non salga tanto. Lo spirito è quello giusto, arriviamo concentrati e sereni. E’ innegabile dire che l’avversario più temibile dell’Avellino ora è l’Avellino stesso. Dobbiamo trasformare le parole ai fatti, e cioè salvarci e vincere a Terni. Siamo convinti di fare le cose giuste. Futuro? Non ci penso. Sto pensando solo a venerdì, poi parleremo del futuro. Non pensiamo a quello che sta accadendo alla Ternana. E’ vero che dicono che non si allenano, che qualcosa si è rotto, ma non dobbiamo pensare a questo. La Ternana non mi fa dormire sogni tranquilli. La Ternana ha fatto più gol di squadre come Paermo, Venezia, Parma, Bari. Che ne subisce tanti. L’ultima patita in casa è sempre importante, anche quando si è retrocessi. Quindi ci vuole molta accortezza per preparare questa sfida. D’Angelo non ha i 90 minuti anche se migliora giorno dopo giorno. Castaldo-Ardemagni? Non so, è da valutare. L’importante è avere lo spirito giusto, avere la concezione di vincere la partita. Tifosi? Vivo in un ambiente diverso rispetto ad altri. Qui si vive di calcio. E’ esaltante lavorare qui. Il ricordo di venerdì sera con lo Spezia lo porterò sempre nel cuore, è stata un’emozione unica. Modulo? Possiamo giocare sia col 4-3-3, o col 4-4-2. Dobbiamo rispettare la Ternana. Wilmots ha tanti margini di miglioramento ed ha grande responsabilità. Ardemagni? E’ migliorato e soprattutto si è rasserenato. Ancora nin ha segnato, magari segna il gol salvezza venerdì. Ngawa lo valuteremo domani, anche se ritorna Laverone. Inizia il ritiro, saranno 3 giorni importanti e stare assieme è importante per centrare l’obiettivo della salvezza”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy