Avellino – Perugia, il doppio ex Papadopulo: “Sono due squadre che si equivalgono”

Avellino – Perugia, il doppio ex Papadopulo: “Sono due squadre che si equivalgono”

Il doppio ex allenatore analizza la sfida tra i lupi e i grifoni di lunedì al Partenio

di Redazione Sport Avellino

Lunedì sfida importante al Partenio tra l’Avellino e il Perugia di Roberto Breda lanciatissimo. Ai microfoni de Il Mattino ha parlato il doppio ex allenatore della sfida, Giuseppe Papadopulo che paradossalmente ha affermato come non ci sia troppa differenza tra le rose di Avellino e Perugia, nonostante la classifica reciti altro.

Queste le parole di Papadopulo: “Ho visto l’Avellino all’opera e a mio parere non c’è differenza tra i lupi e le squadre che la precedono di 15 punti come il Perugia. L’Avellino può contare su una buona rosa, ma è chiaro che il momento è difficile, anche a causa di infortuni vari e altre situazioni. Novellino? Dispiace perchè è di fatto il tecnico più esperto e vincente della B, l’esonero è arrivato dopo una serie di risultati non buoni e due sconfitte in casa. Le colpe non sono solo le sue, bensì ascrivibili ad altri fattori. Peccato. Ora c’è Foscarini, un altro buon tecnico, vedremo se sarà in grado, come mi auguro, di salvare i lupi.Un obiettivo, in fin dei conti, alla portata dell’Avellino. Questo è un club tra i più importanti e calorosi di B e io ne so qualcosa. Ad Avellino sono stato accettato come uno di famiglia e porto con me ricordi indelebili. Il Perugia? Dopo le vittorie iniziali ha rallentato nella parte centrale del campionato, poi dal nulla altre 6 vittorie di fila. E’ una squadra imprevedibile, capace di accendersi e spegnersi all’improvviso”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy