Avellino – Qualche sponsor, nessuna cordata: sarà una stagione difficile

Avellino – Qualche sponsor, nessuna cordata: sarà una stagione difficile

Nessuna cordata e nessun imprenditore disposto ad affiancare Taccone che continuerà da solo: potrà fregiarsi di qualche sponsor in più a carattere amicale. Ma la situazione è difficile

di Massimiliano Santosuosso, @MaxSantosuosso

Non c’è nessuna cordata. Inutile farsi illusioni. Le parole del patron, anche le ultime in conferenza stampa, erano più che altro provocatorie. Dopo l’uscita di scena di Gravina, l’unico probabile socio veramente interessato, non c’è stato e non ci sarà più nessuno. Nemmeno Lombardi, che aveva provato un approccio ma nemmeno tanto serio, si è subito allontanato. Quindi, inutile farsi di nuovo illusioni o sogni. Taccone resterà anche quest’anno solo al comando. E sarà l’ennesima stagione al risparmio. Senza spese folli, con tanti giovani prestati da altre squadre ma con qualche difficoltà in più. Perchè delle squadre neo retrocesse si rischia di non avere più la priorità di scelta tra i baby con l’Atalanta, ad esempio, e con l’Inter. Insomma, l’Avellino rischia di dover pescare dalla C e non dalla serie A. Cosa che De Vito sta già facendo. Con l’interrogativo della scelta dell’allenatore (pure lui rischia di arrivare dalla C e senza esperienza in B), l’Avellino avrà poche basi solide su cui poggiare la nuova rosa. Taccone resta solo al comando. Si sta muovendo per raggiungere accordi di sponsorizzazioni per poter mandare avanti la gestione della prossima stagione. Ma non ci saranno soci. Questa è una certezza. Chi si avvicina al patron scappa a gambe levate. Perchè da parte sua non c’è volontà a cedere realmente la società. Taccone è convinto di potercela fare. Lo dimostrano anche le ultime conferenze stampa. Non invoca aiuti ed è sicuro di poter garantire altre stagioni da protagonisti. Nelle ultime due la salvezza acquisita all’ultima giornata non hanno per nulla scalfito la sicurezza del patron. Resta la paura e lo scetticismo dell’ambiente. Ma quello è, anche a detta del patron, solo un dettaglio o una minoranza sparuta. Sono le certezze del presidente. Intanto la nuova stagione agonistica è già alle porte. Molti interrogativi, poche certezze. Purtroppo. Ancora.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy