#AvePer, le pagelle biancoverdi

#AvePer, le pagelle biancoverdi

I promossi e i bocciati in casa Avellino al termine della sfida contro il Perugia

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

DIFESA

La rinascita. L’Avellino domina il Perugia per tutti i 90 minuti e ritrova la vittoria (2-0) dopo oltre un mese di astinenza. Buona la prima per Foscarini: decisiva la doppietta dell’eterno Castaldo. Ecco le pagelle dei biancoverdi.

Lezzerini 6: il Perugia non crea particolari grattacapi, complice la prestazione difensiva dei lupi, ma l’estremo difensore ex Fiorentina è attento nelle rare occasioni in cui viene chiamato in causa.

Pecorini 6,5: Foscarini si fida ciecamente di lui e lo preferisce a Laverone. Pur con qualche imprecisione l’esterno risponde presente con attenzione in fase difensiva e un buon supporto in quella d’attacco.

Ngawa 7: con grinta ed eleganza alza un muro con il collega di reparto di fronte all’attacco più in forma della B. Eccellente la chiusura su Di Carmine lanciato in contropiede verso la porta biancoverde al 44′.

Migliorini 7: la sua assenza (ingiustificata) nelle ultime gare si era sentita parecchio. Il colosso ex Juve Stabia ha la meglio su Cerri e Di Carmine in ogni occasione. Sfiora il gol sugli sviluppi di un calcio piazzato. Un pilastro al centro della difesa.

Falasco 7,5: accusa un problema fisico nel riscaldamento, che poi lo costringe al cambio, ma in campo è una spina costante nel fianco del Perugia. Prima il cross per la traversa di Castaldo, poi quello al bacio per il vantaggio. (dal 62′ Marchizza 6: l’infortunio di Falasco lo getta nella mischia. L’ex Roma risponde bene sulla fascia, con la giusta concentrazione. In attesa di tornare al centro, come ribadito da Foscarini in conferenza).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy