Calcio Avellino, Alessio Tribuzzi: “Soddisfatto del mio girone di andata. Spero di fare ancora meglio. Dobbiamo essere sempre 11 lupi in campo”

Calcio Avellino, Alessio Tribuzzi: “Soddisfatto del mio girone di andata. Spero di fare ancora meglio. Dobbiamo essere sempre 11 lupi in campo”

Le parole dell’esterno dell’Avellino che parla del momento in casa biancoverde

di Redazione Sport Avellino

Vigilia della gara con l’Albalonga per l’Avellino che è chiamato ad una vittoria importante su un campo durissimo, per dare risposte definitive alla piazza, alle avversarie ma soprattutto a se stesso. Bucaro potrà disporre di un elemento importante nella batteria under, ovvero Alessio Tribuzzi, che torna dopo due giornate di squalifica. Tribuzzi è stato uno dei migliori dell’Avellino nel girone di andata, dimostrando qualità, continuità e finendo nel mirino di tante squadre di categoria superiore. Il ds Musa ha detto che non si muoverà fino a fine stagione dal Partenio.

Proprio Tribuzzi, ospite alla trasmissione Cuore di Lupo di AVLive, ha parlato del momento in casa biancoverde, delle sue impressioni per il girone di ritorno e tante altre cose.

Queste le parole di Alessio Tribuzzi: “Sono contento che dopo due turni di stop, per una cosa ingiusta, domenica torno in campo. Sfideremo una bella squadra domenica come l’Albalonga, che è in gran forma, ma noi dobbiamo avere la giusta mentalità per fare una buona gara e andare a vincere. Con il Budoni è stata la mia prima doppietta, voglio ripartire personalmente da quella gara e voglio dare il massimo e il supporto alla squadra per andare a vincere ad Albano Laziale. L’ho detto, l’espulsione e la squalifica mi hanno fatto star male, perchè come si evince dai video io mi avvicino all’avversario ma non lo tocco. E’ stata un’ingiustizia ma ora non ci penso più e voglio pensare al campo e alla prossima gara. Doppiamo pensare a partita dopo partita e non vedere la classifica. Sappiamo che dobbiamo recuperare 7 punti alla prima e sono molti ma guardiamo a settimana dopo settimana. Ogni volta noi giochiamo per vincere le partite. Poi se davanti continueranno di questo passo e riusciranno a rimanere in testa, saranno stati più bravi di noi e gli faremo i complimenti. Cosa è cambiato con Bucaro? Ora faccio il terzo d’attacco, a destra, alto. Mi trovo molto meglio perchè sono più vicino alla porta e spesso posso andare anche in gol. Prima ero esterno puro nel 4-4-2, lo stesso mi trovavo bene ma amo stare più vicino alla porta come ora. In stagione sono partito in sordina, dovevo abituarmi all’ambiente, alla piazza a tante cose. Ancora non ero in grande condizione. Poi sono cresciuto e venuto fuori alla distanza. Sono contento del girone di andata fatto, sono soddisfatto e spero di ripetermi anche nel girone di ritorno e anzi, fare meglio, come deve fare meglio la squadra e buttare meno punti rispetto alla prima parte di stagione. Dobbiamo restare uniti fino alla fine del campionato, dobbiamo restare compatti come fatto fino ad ora. Mercato? Sono arrivati due ottimi giocatori che conoscevo già e che sicuramente ci daranno una grossa mano. Tifosi? Posso solo ringraziarli per quanto fatto fino ad ora e per esserci stati vicini sempre. Prometto che saremo 22 lupi in ogni partita. La maglia biancoverde? Pesa ma è un onore indossarla e un onere riportarla dove merita, ovvero nelle serie superiori, dove è sempre stata”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy