Calcio Avellino, Claudio Mauriello: “Esonero di Graziani è una sconfitta di tutti. Bucaro uomo giusto. A fine stagione vogliamo avere la coscienza a posto”

Calcio Avellino, Claudio Mauriello: “Esonero di Graziani è una sconfitta di tutti. Bucaro uomo giusto. A fine stagione vogliamo avere la coscienza a posto”

Le parole del presidente dell’Avellino che analizza il cambio di allenatore e l’arrivo di Bucaro.

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Ieri c’è stata la presentazione di Giovanni Bucaro sulla panchina dell’Avellino dopo l’esonero di Archimede Graziani. A commentare il momento in casa Avellino è il presidente dei lupi, Claudio Mauriello. Mauriello ai microfoni di Radio Punto Nuovo ha analizzato la situazione, parlato  delle scelte del tecnico e del progetto.

Queste le sue parole: “L’esonero di un allenatore non è mai una cosa semplice. Io la considero una sconfitta generale. Purtroppo, da quando c’è il calcio, chi paga subito è l’allenatore. Si è fatta una valutazione iniziale poi il campo ha dato un responso diverso. Non utilizzerei il termine errore nel caso di Graziani. Bucaro? E’ stata una scelta ponderata. Una scelta avvenuta per determinati fattori: l’esperienza, il fatto che già conoscesse la piazza e alcune sue dinamiche, cosa che magari ha pagato Graziani. Sono certo che Giovanni Bucaro possa riportare l’Avellino dove merita e non incorrere negli errori passati. Mercato? Come ha detto ieri Musa col cambio di guida tecnica tutto è rallentato, ci sarebbero stati colpi annunciati già in settimana nel caso Graziani fosse rimasto, ma con il cambio in panchina tutto è slittato di qualche giorno. Io spero che attorno all’Avellino si ritrovi quella sintonia tra tifosi, stampa, organi di informazione ecc. Le critiche è giusto che ci siano, le accettiamo, nel calcio e in una piazza come la nostra è giusto che ci siano, le ho fatte anche io in passato. Ma le critiche devono essere costruttive e gli sbagli è giusto farli per imparare. Mi rendo conto che c’è l’ansia e la voglia di rivedere un calcio importante e categorie superiori quanto prima ma dobbiamo essere uniti. Il calcio non è una scienza esatta come la matematica come due piu due fa quattro. Carlo farà il massimo per portare i rinforzi giusti in queste settimane. Noi promettiamo di fare il massimo e vogliamo avere la coscienza a posto, cioè di aver fatto il possibile fino alla fine per vincere il campionato. Ora dobbiamo riscattare questa figuraccia di domenica e riscattarci con una bella risposta a Budoni e portare a casa i 3 punti”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy