Calcio Avellino, Giovanni Bucaro: “Concentrazione e determinazione, occhio al Budoni. Di Paolantonio ha preso la squadra in mano”

Calcio Avellino, Giovanni Bucaro: “Concentrazione e determinazione, occhio al Budoni. Di Paolantonio ha preso la squadra in mano”

Le parole del tecnico dell’Avellino che presenta la gara contro il Budoni

di Redazione Sport Avellino

L’Avellino si prepara per la gara di domenica contro il Budoni. Messa da parte la vittoria di Trastevere, è tempo di continuare a correre e a vincere, con l’obiettivo di mettere pressione al Lanusei.

A parlare della gara è stato Giovanni Bucaro. Il tecnico dell’Avellino non vuole distrazioni e cali di tensione anche se avrà una difesa incerottata a causa delle squalifiche.

Queste le sue parole: “Dobbiamo stare attenti, è una gara che porta tante insidie e non abbiamo vinto prima di giocare. Poi, sia per noi che per il Lanusei c’è un calendario che ci vede affrontare squadre che si devono salvare e che sono molto motivate. Dobbiamo stare attenti, avere un ottimo approccio, che ultimamente in casa non abbiamo avuto e provare a chiudere quanto prima il match. La squadra sta bene, abbiamo riportato entusiasmo e sono felice, ma ora ricaricare le pile e tornare a lavorare sodo. L’entusiasmo va bene ma dobbiamo capire che non abbiamo ancora fatto nulla. A Trastevere grazie al nostro pubblico, abbiamo superato una fare della gara delicata, dove abbiamo sofferto e credo che sarà così anche domenica. In difesa stiamo provando delle soluzioni a causa delle squalifiche e quindi qualcosina verrà stravolto. Eddy? E’ stato quello che ha giocato meno degli under, deve trovare fiducia dopo un inizio delicato. Mentana e Buono stanno bene, hanno dato il massimo quando sono stati chiamati in causa e valuteremo. Non è semplice trovare la scelta giusta in questo momento. Ciotola ci darà qualcosina in più da subentrato, è nelle sue corde spaccare la gara nelle ultime fasi del match e lo abbiamo visto con la Vis Artena e anche a Trastevere. E’ una delle poche settimane dove posso permettermi delle scelte in più rispetto al passato. Alfageme? Aveva avuto un problemino e domenica magari non ha fatto la migliore partita, però si è sacrificato molto. Non era al top, e spero che lo sia domenica. Il Lanusei? Il campionato è nelle loro mani, noi dobbiamo chiaramente sperare in qualche loro passo falso, come magari loro sperano in una nostra frenata visto come stiamo viaggiando. L’aspetto mentale è determinante, ora la squadra ha trovato un assetto tattico adeguato e una tranquillità mentale ideale, una squadra che sa quello che vuole, che si è calata nella categoria e che ora è determinata. Pepe? E’ in recupero e credo che per domenica possa venire in panchina. L’Ostiamare come il Budoni con noi, creerà difficoltà al Lanusei. Tifosi? Stanno facendo la loro parte indispensabile come sempre, sarebbe una cosa stupenda vedere lo stadio pieno, nel suo limite, per le ultime gare del campionato. De Vena un pò in calo? Si, ma è uno di quelli che ha sempre giocato, ha giocato anche in inverno un pò acciaccato e ha fatto sempre il suo e ora magari sta pagando dazio. Di Paolantonio? E’ uno di altre categorie e si vede, ha preso la squadra in mano ultimamente, è uno che o ci sono 1000 tifosi o 40000 non accusa il colpo. Dualismo con Gerbaudo? Ci sta, tutti possono dare il loro apporto alla gara. Anche Gerbaudo è uno che per la D non c’entra”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy