Calcio Avellino, Tesser: “Avellino, puoi farcela a recuperare. Io ne recuperai 11 all’Alessandria. Amerò sempre l’Irpinia”

Calcio Avellino, Tesser: “Avellino, puoi farcela a recuperare. Io ne recuperai 11 all’Alessandria. Amerò sempre l’Irpinia”

Le parole di Attilio Tesser, tecnico amatissimo, che parla dell’Avellino

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

L’Avellino è chiamato alla rimontona sul Lanusei capolista che è avanti 7 punti. Uno che di rimonte importanti se ne intende è Attilio Tesser, attuale tecnico del Pordenone e amatissimo ancora ad Avellino. Tesser ha parlato della situazione in casa biancoverde e della rimonta, possibile, e lui ne sa qualcosa, quando qualche anno fa con la Cremonese recuperò 11 punti in 9 giornate all’Alessandria, salendo in Serie B.

Queste le parole di Tesser sull’Avellino ai microfoni di Radio Punto Nuovo: “Bisogna crederci, i punti sono tanti ma bisogna avere fiducia e non mollare. La squadra ora ha trovato una giusta compattezza, quindi bisogna spingere sull’acceleratore. La sosta? Per mia esperienza, quando una squadra sta bene, è sempre meglio giocare subito, però lo si sapeva da prima e quindi c’è poco da fare. Cosa bisogna fare quando c’è una pausa così lunga? E’ un lavoro importante del mister, stimolare e dare intensità al lavoro. Inoltre, anche il cambio climatico può essere importante e fare qualche amichevole magari anche un pò più importanti rispetto a quella della Juniores per mantenere il ritmo. Torno  a dire sempre, che si deve sapere che maglia si indossa, io trasmetto sempre questo ai miei ragazzi e anche ad Avellino, devono sapere che indossano una maglia gloriosa, storica, che va rispettata e va sudata fino alla fine. Non deve essere neanche una questione di matematica, ma una questione di consapevolezza di fare qualcosa di importante. Bisogna essere persone semplici, umili e lavorare con il cuore e la passione. Un giorno un calciatore importante, ad Avellino, mi disse, mister lei è l’unico che mi ha fatto credere nelle mie consapevolezze, e questa è una cosa che mi porto sempre dietro con affetto. Recuperare si può. Con la Cremonese qualche anno fa vincemmo il campionato quando avevamo 11 punti di distanza dall’Alessandria a 8-9 giornate dalla fine. Ora, differentemente, a Pordenone, abbiamo 7 punti di vantaggio sulla Triestina e sappiamo che sono tanti, ma anche pochi. Domenica c’è lo scontro diretto con la Cremonese, sarà dura, ma noi pensiamo a noi e non guardiamo agli avversari, come, deve fare l’Avellino. Auguro ai lupi di cuore di vincere il campionato e tornare dove merita. L’Irpinia l’ho sempre nel cuore, avete detto che sono un tecnico amato, e questo amore da parte mia è ricambiato. Forza Lupi!”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy