Calcio Avellino, Vincenzo Riccio: “Bisogna avere pazienza. La Serie D è dura, non è facile ripartire”

Calcio Avellino, Vincenzo Riccio: “Bisogna avere pazienza. La Serie D è dura, non è facile ripartire”

Le parole dell’ex centrocampista dell’Avellino, Vincenzo Riccio sul momento dei lupi

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

L’Avellino si prepara a sfidare sabato il Castiadas per provare a tornare al successo dopo aver raccolto 2 punti in 3 partite.

Ad analizzare il momento in casa Avellino, un ex centrocampista biancoverde, Vincenzo Riccio, noto, tra le altre cose, per il suo “cuppino” in un derby con la Salernitana di Serie C, del 5 novembre 2006.

L’ex centrocampista, che attualmente gestisce una scuola calcio che porta il suo nome, ai microfoni di Radio Punto Nuovo ha parlato del momento dei lupi.

Queste le sue parole: “Quando si comincia da zero non è mai facile, soprattutto da una piazza delusa dalle vicende di questa estate è davvero complicato. Società nuova, tanti problemi, tante cose fatte in breve tempo e quindi qualche errore sarà stato fatto. Bisogna dare tempo ai nuovi di poter lavorare con tranquillità e alla società di poter trovare il giusto assetto. De Cesare? E’ una persona serissima, lo conoscete bene visto che per anni sta facendo cose ottime con la Scandone. Su questo aspetto la città di Avellino è in mani sicure sia col basket ma anche col calcio. Non è mai facile vincere, soprattutto in Serie D. Io ho fatto 2 anni in questa categoria, ricordo che nella Forza e Coraggio Benevento con 85 punti fatti, non vincemmo il campionato. E’ un campionato durissimo e serve gente di categoria. Serve soprattutto tanta pazienza”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy