Calcio, Totò Schillaci ad Ariano Irpino: “Giocare nella Juve un sogno. Che ricordi al Partenio di Avellino”

Calcio, Totò Schillaci ad Ariano Irpino: “Giocare nella Juve un sogno. Che ricordi al Partenio di Avellino”

Le parole dell’eroe di Italia ’90 ospite alla serata del Juventus Club Doc di Ariano Irpino

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Serata di gala ieri sera ad Ariano Irpino dove allo Juventus Club Doc sono stati ospiti 3 campionissimi del calcio italiano come Totò Schillaci, Antonio Cabrini e Angelo Di Livio. 

Anche SportAvellino presente all’evento, ha raccolto le parole dei tre campioni del passato.

Partendo da Totò Schillaci. L’eroe di Italia ’90, ha parlato della sua esperienza alla Juventus, delle notti magiche del 199o e un passaggio su una sua gara al Partenio quando vinse, con la Juventus, la Coppa Uefa 1990 contro la Fiorentina.

Queste le sue parole: “Sono felice di partecipare a questa bellissima serata juventina. Una serata dove si respira grande calcio e tanta allegria. Il calcio bello e pulito di una volta. Rispetto ai miei anni il calcio di ora è cambiato tanto, c’è molto più atletismo e tatticismo. Cosa manca all’Italia di oggi per rivere le emozioni del 90′? Manca convinzione e un cambio generazionale che non c’è stato ma credo che Mancini possa far bene, sta lanciando giovani talenti e si spera si possa tornare a sorridere come le Notti Magiche di Italia ’90. I miei due anni alla Juve? Stupendi, sono stato nel club che ho sempre tifato da piccolo e ancora oggi lavoro per la Signora per progetti importanti. Ad Avellino un ricordo della Coppa Uefa del 1990. Era la finale di ritorno. Contro la Fiorentina che aveva il campo squalificato. A Torino vincemmo 3-1, poi 0-0 qui ad Avellino. Ricordo uno stadio straordinario e festante e tanto entusiasmo tipico delle piazze del sud”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy