Carpi-Avellino finisce in parità: Ardemagni di rigore poi il fortino biancoverde regge a metà

Carpi-Avellino finisce in parità: Ardemagni di rigore poi il fortino biancoverde regge a metà

Avellino in vantaggio con Ardemagni su rigore ma al Carpi basta un minuto per trovare il pareggio

Nella partita che potrebbe essere il capolinea dell’avventura biancoverde, Domenico Toscano lascia in panchina Soumarè e Castaldo e si affida a un 4-4-2 con Mokulu e Ardemagni terminali offensivi. Tante novità anche per Castori che oltre a Lasagna cerca di pungere l’Avellino in attacco con Pasciuti e Di Gaudio. Sin dalle prime battute è chiaro che il Carpi vuole fare la partita tenendo il pallino del gioco che passa attraverso un possesso palla prolungato. Pochissime emozioni nella prima frazione di gioco con un tiro di Lasagna che scorre a pochi centrimetri dal palo sinistro della porta biancoverde e un vero e proprio miracolo  di Radunovic su un tiro a colpo sicuro di Pasciuti da pochi metri.

I primi 15 minuti della ripresa sembrano essere l’esatto contrario della prima frazione di gioco. Ad accendere il match un incursione in area di Mokulu che favorisce l’inserimento di Ardemagni che viene steso da Sabbione. Il bomber ex Carpi spiazza il portiere avversario ed esulta a petto nudo sotto la curva occupata dai tifosi biancoverdi. La gioia dura un minuto con Lasagna che mette in rete una palla arrivata da un calcio di punizione provocato da un intervento inutile di Migliorini. Il Carpi sembra inarrestabile e ha tre occasioni limpide in tre minuti per raddoppiare ma tra imprecisione e interventi di Radunovic l’Avellino si salva. Il Carpi ci prova ancora ma l’Avellino stringe i denti con Migliorini che in un’insolita uscita in scivolata su Di Gaudio si fa espellere. Il fortino biancoverde resiste fino alla fine e porta a casa un punto dal Cabassi. Peccato per aver perso subito il vantaggio arrivato su rigore. Un buon punto per i biancoverdi considerando che i lupi sono riusciti a tirare una sola volta in porta.

Azioni salienti:

Primo tempo

17′ Bisogna attendere 17 per il primo tiro verso la porta biancoverde da parte del Carpi con Lasagna che raccoglie il suggerimento di Di Gaudio e sfiora il palo alla sinistra di Radunovic.

20′ Crimi si insinua in area e simula un intervento di Asmah ma l’arbitro non ci cade e estrae il cartellino giallo

22′ Ci prova Romagnoli dalla distanza ma Radunovic blocca in tutta tranquillità

37′ Radunovic compie un vero e proprio miracolo su Pasciuti che raccoglie l’assist di Crimi e da pochi metri trova il portiere serbo a strozzargli l’esultanza in gola

38′ L’Avellino si affiaccia nella trequarti del Carpi a pochi minuti dal quarantesimo con Asmah che però spara fuori

45′ Contrasto in area tra Mbaye e Mokulu, anticipato al momento del tiro, con qualche scaramuccia tra i due. L’arbitro fischia la fine del primo tempo

—————

Secondo tempo

1’st Belloni non ce la fa a causa dello scontro con Gagliolo e Soumarè prende il suo posto
5’st Rigore per l’Avellino con Sabbione che stende nettamente Ardemagni
6’st Portiere a destra palla a sinistra. Ardemagni si procura il rigore e lo realizza, Avellino in vantaggio
7’st Il Carpi non ci sta e subito pareggia. Da calcio da fermo palla in area Pasciuti rimette al centro, Perrotta salva sulla linea su Sabbione ma poi Lasagna ribadisce in rete
8’st Carpi all’arrembaggio con Bianco che da tre metri trova l’intervento di Radunovic
11’st Letizia pesca al centro dell’area Lasagna che in acrobazia la mette incredibilmente fuori
38’st Migliorini si becca il secondo giallo per un fallo totalmente inutile su Di Gaudio
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy