Da Gomis a Galabinov: undici ex biancoverdi all’assalto della Serie A

Da Gomis a Galabinov: undici ex biancoverdi all’assalto della Serie A

Undici ex biancoverdi alla conquista della Serie A.

Gomis; Biraschi, Izzo, Djimsiti, Pisacane; Zappacosta, Omeonga, Bastien, Verde; Galabinov, Trotta. Allenatore Rastelli. Undici ex biancoverdi alla conquista della Serie A. Nel massimo campionato ci sono tanti calciatori che hanno infiammato il Partenio e che si sono meritati il salto di categoria.

Ecco, dopo la prima giornata, ambizioni e speranze di ognuno.

Gomis (Spal) Mura la Lazio e regala ai suoi un punto pesantissimo nel giorno del ritorno estense in A. Il titolare è Meret ma lui ha dimostrato subito di essere pronto in caso di bisogno. Biraschi (Genoa) Soffre un po’ la dinamicità di Politano ma alla fine se le cava. La traversa gli nega la gioia del gol. Solido, troverà tanto spazio anche nel prosieguo della stagione.

Izzo (Genoa) Out per squalifica fino al 12 ottobre. Sarà uno dei perni della difesa del Grifone. A meno che le ultime ore del mercato non gli regalino il salto in una big.

Djimsiti (Benevento) Resta a guardare i suoi dalla panchina. Per il momento è un’alternativa alla coppia titolare Costa-Lucioni. Ma chissà che a breve non scali le gerarchie.

Pisacane (Cagliari) Bene per un’ora, poi si inchina alla giocata di Higuain. Pretoriano di Rastelli, uno dei capitani della squadra. Si prospetta un’altra stagione da titolare inamovibile.

Zappacosta (Torino) Si mangia Masina, spinge con costanza e copre con attenzione. Sulla fascia destra dei granata è una certezza. Col sogno Mondiale all’orizzonte.

Omeonga (Genoa) Un quarto d’ora per assaggiare la A. Juric lo ha voluto fortemente negando il suo ritorno ai lupi. Destinato a ritagliarsi minuti importanti da qui in avanti.

Bastien (Chievo) Nemmeno un minuto nel blitz clivense a Udine. Maran però gli ha già dato fiducia la scorsa stagione. Troverà spazio anche quest’anno.

Verde (Verona) Migliore dei suoi contro il Napoli, conferma lo stato di forma evidenziato con la doppietta ai lupi in Coppa. Se continua così difficilmente perderà il posto da titolare.

Trotta (Crotone) Penalizzato dell’espulsione di Ceccherini, resta in campo solo otto minuti. Sfortunato, avrà comunque modo di rifarsi nel corso della stagione.

Galabinov (Genoa) Debutta in A facendo un’ottima figura. In attesa di Lapadula si gode il ruolo di titolare al centro del tridente offensivo di Juric. Poi si vedrà.

All. Rastelli (Cagliari) Troppa Juventus per il suo Cagliari. Anche se il rigore di Farias grida ancora vendetta. Confermarsi è sempre più difficile, ma dovrebbe condurre la nave in porto con tranquillità anche quest’anno.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy