D’Angelo: “Questo è il vero derby di serie B… il pallone deve scoppiare sabato”

D’Angelo: “Questo è il vero derby di serie B… il pallone deve scoppiare sabato”

Il capitano biancoverde parla nella settimana che porta al dery contro la Salernitana

di Redazione Sport Avellino

Sarà una partita decisiva e importantissima per le sorti dell’Avellino. Perchè è un derby ma soprattutto perchè i lupi hanno bisogno di punti per uscire dalla zona più pericolosa della classifica. A parlare nella settimana che porta al match contro i granata, c’è il capitano Angelo D’Angelo che disputerà la sua partita numero 201 con la maglia biancoverde: “Son tante 200 partite e ricordo quante ne abbiamo passate con i tutti i miei compagni, allenatori e società. Ringrazio tutti per queste battaglie e questo riconoscimento mi inorgoglisce”.

Poi subito sul match di domenica co la Salernitana che arriva al Partenio per il secondo derby stagionale ma il capitano precisa: “Questo è il derby vero in serie B, ne abbiamo bisogno come il pane della vittoria e non ce la possiamo far sfuggire. Non abbiamo altro risultato e faremo una grande battaglia”.

I problemi biancoverdi legati ad una questione psicologica ma D’Angelo taglia corto: “Non parlo di questione mentale, io credo che per forze esterne doveva andare cosi, capiamo gli errori che commettiamo e come a Bari ci fanno perdere la partita. A me non interessa chi gioca o chi non gioca a me interessa vincere le partite. Ora riceviamo complimenti che ci dicono che stiamo crescendo ma non dobbiamo ascoltarli perchè a noi interessano solo i punti. Con la Salernitana e da adesso in avanti dobbiamo essere spietati, anche giocare male ma vincere”.

Sull’Avellino di oggi: “Con Novellino siamo molto più sicuri e al di la del modulo è la testa che fa la differenza. Mi aspetto un Avellino arrabbiato, dopo Bari c’è molta amarezza in ognuno di noi e il derby si vince con la rabbia che abbiamo dentro, il pallone deve scoppiare su ogni contrasto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy