In serie B finestra di mercato al rallentatore: Avellino svegliati, c’è un vantaggio per chi…

In serie B finestra di mercato al rallentatore: Avellino svegliati, c’è un vantaggio per chi…

Se è vero che il mercato si pianifica mesi prima della reale apertura per sottoscrivere le trattative questa finestra per vendere e acquistare sembra iniziata a rilento

Se è vero che il mercato si pianifica mesi prima della reale apertura per sottoscrivere le trattative questa finestra per vendere e acquistare sembra iniziata a rilento. Anche se non ancora depositate in Lega il calciomercato invernale ha stretto già patti e certezze in questi primi giorni ma sembra esserci una tendenza anomala rispetto alle passate finestre di mercato. Oltre ai pochi annunci effettuati sembra che molte squadre stiano valutando prima di piazzare i propri esuberi o valutare l’addio delle proprie stelle attirate dalle sirene della serie A: vedi caso Beghetto e Morosini. Bari, Benevento, Brescia, Cesena, Frosinone, Spezia, Trapani, Perugia, Carpi, Novara, Pro Vercelli, Verona e Pisa hanno mosso qualcosa ma con il solo Morleo in Puglia ed Eramo nel Sannio ad essere considerati movimenti degni di nota. Tante squadre illustri non navigano nelle zone di classifica a cui sono abituate e l’inizio di questo mercato avrebbe fatto pensare ad una rapida voglia di rifarsi. E’ chiaro dopo ventuno match dove operare e se già da inizio dicembre si fanno nomi e maglie da cambiare ora sembra tutto ovattato, squadre quasi spaesate e attese di calciatori che attendono proposte e piazze diverse.

Una serie B che si è rivelata in questa prima parte di stagione non essere all’altezza delle aspettative e delle passate stagione dove in questo inizio di mercato invernale sembra confermare che il tasso tecnico degli uomini in campo non sarà alzato ma forse ulteriormente abbassato. Basterebbe poco quindi per avvantaggiarsi al momento sugli avversari. Due colpi ben piazzati potrebbero da subito fare la differenza. Anticipare mentre tutto tace sarebbe un contropiede importante a campionato fermo. Muoversi adesso porterebbe altri vantaggi.

Gli inserimenti di mercato vanno valutati anche sotto il punto di vista dell’integrazione del nuovo acquisto all’interno dei meccanismi di gioco della squadra. Dopo l’Epifania riprenderanno gli allenamenti e ogni squadra opererà per una integrazione di preparazione atletica, ci sarà tempo per migliorare meccanismi di squadra e fare il punto su le incertezze mostrate nella prima fase di stagione. Avere l’innesto tanto atteso già all’inizio di questo periodo è un vantaggio per ogni tecnico. Un colpo il 20 di gennaio o oltre cambierà molto le cose di un affare.

L’ultimo punto di vista di un mercato invernale da accelerare riguarda l’ambiente. Non un fattore da sottovalutare quello della piazza che è insoddisfatta di una prima parte di stagione e che spera nella voglia della società di rimediare a gennaio. Avere la tifoseria dalla propria parte, ascoltarla e fare in modo che si appassioni anche a quanto avviene sul mercato non è mai una cosa da sottovalutare. Ogni squadra starà valutando al meglio le proprie mosse ma attenzione perchè in molti casi… chi si muove prima ha dei vantaggi non da poco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy