Focus Castiadas: meglio fuori che in casa. La stella e’ a centrocampo

Focus Castiadas: meglio fuori che in casa. La stella e’ a centrocampo

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Ritorno al passato. Dopo il buon punto ottenuto sul campo del Monterosi, l’Avellino contro il Castiadas punta a ritrovare quella vittoria che manca ormai da tre giornate. Per riabbracciare degnamente il Partenio-Lombardi e per non perdere ulteriore terreno dalla vetta della classifica. Lupi in campo per la prima volta di sabato: un pizzico di nostalgia in più per quella normalità spazzata via dall’estate più torrida della storia biancoverde. Dopo nove gare giocate (da recuperare la sfida casalinga con il Latina) e con il rammarico del ko maturato a tavolino contro il Trastevere (dopo il pareggio maturato sul campo), i sardi del Castiadas occupano la quindicesima posizione in classifica con 9 punti. Un percorso in linea con l’obiettivo stagionale (salvezza), contraddistinto fin qui da più punti raccolti in trasferta (5) che in casa (4). Poco felici però le ultime due uscite, con i ko contro Anzio ed Anagni che hanno fatto scattare qualche campanello d’allarme. Il tecnico della matricola sarda è Massimiliano Paba, subentrato a Marco Savini dopo le prime uscite stagionali. Artefice in passato di ottime cose alla guida del Latte Dolce, con una promozione in D e due brillanti salvezze nella categoria, Paba ha fin qui oscillato tra l’utilizzo del 3-5-2 (la probabile opzione per la sfida del Partenio-Lombardi) e del 4-3-1-2. Il punto di riferimento del Castiadas giostra nel cuore della mediana e risponde al nome di Davide Carrus (classe 1979), un passato importante speso tra i campi di Serie A e Serie B. Leader tecnico e carismatico, il play sardo si è fin qui distinto sia per la costruzione della manovra che per la sua finalizzazione (4 reti all’attivo). Altra bocca da fuoco è Antonio Mesina (classe 1993), bomber della promozione, anche lui con 4 reti realizzate. La sinergia con il Cagliari ha portato in dote giovani prospetti. Tra i più interessanti l’attaccante Lorenzo Camba (classe 1999). Numeri e qualità, messi in mostra anche allo scorso torneo di Viareggio ma ancora alla ricerca della prima gioia personale in campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy