Gattuso: “E’ faticoso giocare contro l’Avellino. Con Toscano ci sentiamo spesso, gli auguro il meglio”

Gattuso: “E’ faticoso giocare contro l’Avellino. Con Toscano ci sentiamo spesso, gli auguro il meglio”

Il tecnico toscano parla anche della situazione societaria e della difficoltà di una squadra

Una partita equilibrata quella del Partenio con un Pisa sconfitto a causa di una deviazione sul tiro di Angelo D’Angelo. Pisa che ha avuto anche la possibilità di pareggiare nel finale e resta il dubbio di un calcio di rigore non fischiato ma mister Gattuso è chiaro: “Gli alibi non mi piacciono perchè deve parlare il campo. Da un po’ di tempo perdiamo partite che meritiamo di pareggiare o vincere. L’atteggiamento è stato positivo e questo è importante ma non siamo rappresentati da nessuno e da un po’ di tempo succedono cose strane ai nostri danni e nessuno ne parla. Gli arbitri possono sbagliare ma quando c’è un errore e hanno la presunzione di non dare nemmeno una spiegazione da fastidio. Sapevamo che era una partita difficile con i giocatori biancoverdi che volevano riscattarsi da una settimana di pressioni e molto difficile. Peccato per i pochi tiri in porta che in ogni match non arrivano, dobbiamo lavorare su questo e impegnarci su quello che non va”.

Il tecnico poi si sofferma sul lato tecnico del match: “A livello geometrico abbiamo fatto qualcosa in più ma la partita si è sbloccata grazie a un episodio. E’ faticoso giocare contro l’Avellino perchè una squadra che va molto sulle punte e allungano il gioco con i centrocampisti avversari costretti a lavorare molto. Sapevamo che era una partita difficile e l’Avellino lo ha dimostrato fino in fondo”.

Una situazione difficile quella del Pisa a livello societario con Gattuso che sottolinea: “Io non mollo e lavorerò con grande tranquillità e voglia di fare. Finchè vedrò la voglia di lottare negli occhi dei ragazzi per me può cambiare qualcosa o non cambiare ma il mio atteggimento sarà sempre lo stesso”.

In chiusura il tecnico ha anche un pensiero con il suo avversario di giornata che però non è potuto essere in panchina a causa di una colica renale: “Con Toscano ci sentiamo spesso. Il calcio è uno sport e la salute e più importante di un esonero: un grande in bocca al lupo e non ho l’esperienza giusta per dargli consigli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy