Giudice sportivo – Assurda stangata all’innocente D’Angelo. Pronto il ricorso

Giudice sportivo – Assurda stangata all’innocente D’Angelo. Pronto il ricorso

Non ha fatto assolutamente nulla ma dal referto arbitrale risulta essere il colpevole di un gesto violento e antisportivo

Non ha fatto assolutamente nulla ma dal referto arbitrale risultare essere il colpevole di un gesto violento e antisportivo. Cosi Angelo D’Angelo becca tre giornate di squalifica con la seguente motivazione: “Per avere, al 27° del primo tempo, colpito con una violenta manata al volto un avversario; infrazione rilevata da un Assistente”. I vertici societari sono pronti a produrre un ricorso per far diminuire la squalifica inflitta ingiustamente al capitano dell’Avellino.
Confermate dal comunicato anche le squalifiche per raggiunto numero di cartellino di Pisano e Arini.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy