L’Analisi – Un ultimatum non cambierà le cose: questo Avellino ha bisogno di certezze

L’Analisi – Un ultimatum non cambierà le cose: questo Avellino ha bisogno di certezze

Nelle stanze di piazza Libertà sembra che inizino a scricchiolare le prime certezze su Toscano e il match con il Frosinone potrebbe essere l’ultimatum per il tecnico

L’obiettivo stagionale dell’Avellino è la salvezza. Alla dodicesima giornata di campionato sembra più che azzeccata una delle certezze di inizio stagione della società biancoverde. L’altra certezza riguardava Domenico Toscano. Per lui un contratto triennale che blinda il tecnico calabrese e che avrebbe dovuto dare maggiore solidità alla nuova guida tecnica dopo la breve parentesi Tesser. Succede però che l’Avellino del cannibale sembra non avere nessuna certezza in campo e al fischio di inizio di ogni partita tutto potrebbe succedere. Appena l’avversario di turno aumenta i giri la squadra biancoverde si sgretola perdendo lucidità e anche volontà. I vertici societari dopo l’ennesimo tonfo esterno pare stiano valutando il da farsi. Il silenzio regna sovrano ma qualche domanda nelle stanze di Piazza Libertà inizia sicuramente a venir fuori. Frosinone potrebbe essere l’ultima spiaggia per il tecnico che anche senza comunicazioni ufficiali si sente l’ascia del boa sulla testa da qualche giornata. E se con i ciociari l’Avellino mettesse in campo la prestazione grinta e cuore delle ultime gare al Partenio-Lombardi? Battere una delle squadre che punta alla promozione diretta sarebbe un grande colpo. Poi magari ci potrebbe essere un periodo di salute e inanellare sei vittorie consecutive come quelle fatte da Tesser. Vincere i due derby in casa con Benevento e Salernitana e trascorrere un dicembre da sogno. Sarebbe bellissimo. Tutto potrebbe cambiare in una settimana. Azzerare dodici giornate vissute tra alti e bassi e con ua squadra che al netto delle considerazioni non ha anima e gioco. Un ultimatum potrà avere questi effetti? Se non si naviga bene in tranquillità difficilmente si potrà raddrizzare la rotta in tempo di tempesta. Se la società crede nella sua campagna acquisti estiva, crede che in questo progetto ci siano giovani da valorizzare e ci sia la possibilità della permanenza in serie B  ma soprattutto crede nel lavoro di Domenico Toscano deve dimostrarlo. O dentro o fuori. Ora è il momento di ristabilire l’ordine delle cose qualsiasi sia la scelta definitiva da prendere. Un ultimatum non cambierà nulla e una vittoria sabato potrebbe complicare ancora di più le cose se i tre punti non andranno di pari passo con le certezze di una squadra.

Caricamento sondaggio...
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy