Lanciano-Avellino: le pagelle della sfida

Lanciano-Avellino: le pagelle della sfida

Tre punti d’oro. Tabù Biondi sfatato e salvezza ormai in cascina. I lupi soffrono fino all’ultimo ma tornano finalmente al successo. Segnano Mokulu e Joao Silva. Sugli scudi Chiosa e Insigne.

La difesa

Tre punti d’oro. Tabù Biondi sfatato e salvezza ormai in cascina. I lupi soffrono fino all’ultimo ma tornano finalmente al successo. Segnano Mokulu e Joao Silva. Sugli scudi Chiosa e Insigne.

 Frattali 6,5: attento e sicuro per tutta la durata del match. Para il rigore di Ferrari (quarto penalty neutralizzato in stagione, ottavo in carriera), ma viene poi battuto da Salviato sulla ribattuta. Freddo e reattivo su Bonazzoli nel finale.

Biraschi 5,5: la fascia non è il suo habitat naturale e il difensore romano, dopo la grande prova di Vercelli, torna a soffrire. Dalle sue parti si muove Di Francesco, che spesso lo salta con troppa facilità. (dall’82’ Nica s.v.: sostituisce l’acciaccato Biraschi e trova il tempo per farsi ammonire in maniera davvero ingenua).

Jidayi 6: non giocava dalla disastrosa trasferta di Latina. La ruggine c’è e si vede. Ammonito al 23′, è suo il fallo che tre ninuti dopo causa il rigore a favore dei frentani. Nella ripresa si risolleva con una super chiusura su Di Francesco. Straordinario anche su Marilungo nel finale.

Chiosa 7: solido e concreto. Pulito e ordinato. Conferma l’ottima prova di settimana scorsa e sopperisce agli errori dei propri compagni in ogni circostanza. Dall’erroraccio con la Ternana al match di oggi: è tra i simboli della ritrovata verve biancoverde.

Visconti 6: dalle sue parti Salviato punge con insistenza, ma il classe ’89 non si lascia sorprendere e gioca davvero una buona partita (un solo errore bel finale). Unica pecca l’imprecisione in zona cross.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy