L’Avellino saluta Tavano, il bomber che ha fatto cambiare “strategie” ad una società

L’Avellino saluta Tavano, il bomber che ha fatto cambiare “strategie” ad una società

Si è chiuso ieri il capitolo Francesco Tavano dopo un solo anno di permanenza in terra irpina

Si è chiusa ieri l’avventura di Francesco Tavano in biancoverde. Un solo anno per l’attaccante casertano all’ombra del Partenio è bastato ai vertici dell’Avellino per non voler continuare il matrimonio che sarebbe dovuto durare almeno un’altra stagione. Il giocatore che arrivò ad Avellino come il miglior bomber in attività della serie B, lascia l’Irpinia senza aver lasciato il segno in una stagione difficile con la salvezza arrivata con appena 4 punti sopra la zona playout. Tavano era sicuramente il colpo di mercato della scorsa stagione che avrebbe dovuto dare quel qualcosa in più all’Avellino per migliorare il piazzamento della stagione precedente. Anche se parte della piazza non era convinta della scelta societaria, specie per l’età del calciatore ex Empoli, l’attaccante risultò uno dei colpi principali dello scorso mercato.

Ventidue presenze con 1336 minuti giocati in cui ha portato tre gol e quattro assist. L’Avellino di mister Tesser non giocava esclusivamente per lui ma il giocatore non ha mai dato tutto per l’Avellino. Troppo spesso estraneo alla manovra e con una forma fisica non ottimale che spesso lo ha costretto a far ricorso all’infermeria. I vertici societari avevano creduto in lui e non si erano tirati indietro pur di portare in Irpinia un campione del suo calibro. Una scelta non ripagata che ha portato in casa biancoverde la consapevolezza di dover puntare tutto sui giovani. Linea verde e progetto a lungo termine che prende il via non solo dalla scottatura con Tavano ma che arriva da lontano, con altri nomi illustri che non hanno fatto del loro meglio ad Avellino. Forse il bomber casertano è stato il colpo di grazia definitivo riguardo a scelte di mercato fatte di nomi e di certezze che poi non si sono rivelate tali e che invece hanno sempre dato i frutti sperati sui nuovi e giovani volti arrivati in biancoverde. Lascia Avellino dopo un tira e molla “ingeneroso” sulla somma per rescindere e per lui forse un’altra esperienza in campo, forse in serie B con il Pisa. Allora i lupi lo troveranno come avversario, sperando che sia il Tavano che si è visto qui in Irpinia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy