Novellino: “Noi ci dobbiamo salvare. Cosi non andiamo da nessuna parte, sembravamo il Real Madrid…”

Novellino: “Noi ci dobbiamo salvare. Cosi non andiamo da nessuna parte, sembravamo il Real Madrid…”

Il tecnico dei lupi e duro nell’analisi del match perso al Del Duca di Ascoli

Sconfitta amara per l’Avellino che il tecnico dei lupi Walter Novellino analizza subito dopo il match ai microfoni di Prima Tivvù: “Una partita che non mi è piaciuta, atteggiamento sbagliato. Abbiamo preso gol assurdi su un loro movimento che conoscevamo e un altro quando avevamo palla noi. Noi ci dobbiamo salvare e non abbiamo lottato come hanno fatto loro. Se siamo cattivi agonisticamente siamo una squadra. Se invece ci illudiamo di essere bravi allora ho qualche colpa perchè non sono stato bravo a spiegarmi bene. Io non ho chiesto il palleggio ma verticalizzare e se aggiungi che siamo entrati in campo privi di spirito di sacrificio ecco spiegata la partita. Jidayi dietro, Bidaoui esterno bene ma gli altri mi hanno un po’ deluso. Anche sotto a mio avviso potevamo pareggiare ma doveva esserci una reazione importante”.

Il tecnico rincara la dose e spiega nel particolare cosa è successo al Del Duca: “Oggi non mi ascoltavano. Un atteggiamento che non mi è piaciuto perchè dobbiamo essere uniti. Quando vai a fare un esame e lo prepari bene, sai quello che affronterai e hai anche quel pizzico di paura che ti servirà a non abbassare l’attenzione e a fare bene. Oggi sembravamo il Real Madrid, sicuri di affrontare chissà chi… cosi non va bene. Con questo atteggiamento non andiamo da nessuna parte”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy