Poche chiacchiere, niente paura. Dimostriamo ancora una volta la vera forza dell’Avellino: #tuttialPartenio

Poche chiacchiere, niente paura. Dimostriamo ancora una volta la vera forza dell’Avellino: #tuttialPartenio

Prima del fischio di inizio dimostriamo quanto questa piazza ci crede con un semplice gesto

Ci sono punti di vista da esprimere, valutazioni da fare e le solite tematiche da aprire in vista del prossimo futuro. Eppure questa settimana che inizierà di martedi appare diversa, dovrebbe esserlo dal punto di vista calcistico. Perchè durante l’anno ogni partita, ogni preparazione al match, ogni parola hanno un peso ma quando arrivi alla fine, quando capisci il vero valore dei numeri allora è diverso. Cinque/sei punti erano quelli che si sono persi per strada e ora occorrono. Inutile calcolare con fare millimetrico dove si sono persi. Importantissimo capire da dove dovranno venir fuori. Tre partite. Sono rimasti tre match e per far uscire 6 punti bisognerà giocare ogni minuto come se fosse un’intera partita. Perchè il calcio è cosi, quando giochi per il massimo della posta, se sei sempre bravo e fortunato ne ricaverai poco più della metà di quello che ti spetta. Allora al massimo delle possibilità fino alla fine. Chi ci crede allo stadio, chi no resti pure in poltrona. Si proprio cosi. Il riferimento è alla vera forza dell’Avellino. Ai tifosi, a chi ha l’Avellino nel cuore nei fatti e non a chiacchiere. Per chi non ha paura. Poi ognuno avrà i suoi punti di vista come prima, Al fischio finale del match contro il Bari ognuno valuterà il futuro a proprio piacimento come sempre ma questa occasione non ci deve sfuggire alla piazza. Un tutto esaurito per la salvezza sarebbe una cosa stupenda. Quando l’Avellino fece il tutto esaurito per rimanere in serie B ed essere più forte della paura… che storia!

C’è chi dovrà fare uno sforzo, chi rimandare un impegno, chi spendere i soldi per il biglietto o anche di una trasferta. Tutti, nessuno escluso. Chi ci crede. Un viaggio da Milano o dalla Svizzera, un no alla famiglia o alla fidanzatina, una rinuncia a una pizza o un paio di partite a calcetto. Ancora una volta. Al resto penseranno gli interpreti in campo. Adesso poche chiacchiere e niente paura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy